Salerno, la prima seduta del Consiglio Provinciale



Si è tenuto questa mattina il primo consiglio provinciale dopo elezioni dello scorso 8 gennaio. Presente anche il sindaco Vincenzo Napoli

Si è svolta questa mattina la prima seduta del Consiglio Provinciale dopo le elezioni dello scorso 8 gennaio. I risultati delle urne hanno visto la netta affermazione del Pd con ben 8 seggi, blindando così la maggiorana conquistata 2 anni fa dal Presidente Giuseppe Canfora.Consiglio provinciale

All’ordine del giorno vi era la verifica della condizione degli eletti e l’approvazione del piano triennale per la prevenzione della corruzione.

A margine della seduta il presidente Canfora ha ribadito “La necessità di approvare il decreto legge sui 650 milioni, perché poveri eravamo prima del referendum e poveri siamo dopo il referendum. Se il governo nazionale per il 2017 ritiene ancora di fare altri tagli per 3 miliardi di euro vorrà dire che tutte le province dichiareranno dissesto finanziario”.

Canfora ha poi espresso la sua massima solidarietà alle province e ai cittadini del centro Italia colpite dal terremoto sottolineando “come non ci si può mettere a stampare moneta falsa per far fronte alle enormi esigenze delle province italiane soprattutto su strade e su scuole”. Il Presidente, infine, ha concluso ringraziando i consiglieri uscenti non rieletti e quelli che non si sono ricandidati per l’ottimo lavoro svolto in questi due anni.

Alla prima seduta del 2017 del consiglio provinciale era presente anche il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli che ha annunciato di “Voler portare nel consiglio anche gli aspetti relativi all’area di Salerno che va acquisendo sempre più importanza a livello provinciale“.

Il Sindaco ha poi aggiunto che dopo, in particolare a seguito dell’esito referendario, vadano riconsiderati nel complesso gli aspetti afferenti alla Provincia: “Dovremmo definire meglio i nostri scopi e le nostre possibilità concrete di intervento”.

Leggi anche