Salerno, contrasto alla criminalità nel centro storico: arrestato per spaccio



palinuro

Il pregiudicato tratto in arresto nel centro storico di Salerno nascondeva una pistola all’interno di una cassettina metallica posta all’interno di una cassaforte a muro

Nella serata di ieri, 17 gennaio 2019, personale della Squadra Mobile, sezione “Falchi”, nell’ambito di mirati servizi organizzati e ripetuti nel tempo, finalizzati a contrastare la criminalità nel centro storico cittadino, ha tratto in arrestato A.L., pregiudicato, classe ’75, per detenzione abusiva di arma da fuoco e detenzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente.

Il personale operante, in seguito a mirata attività info-investigativa, hanno perquisito l’abitazione del pregiudicato dove, celata in una cassettina metallica all’interno di una cassaforte a muro nella camera da letto, hanno rinvenuto e sequestrato una riproduzione di arma da fuoco del tipo pistola semiautomatica calibro 7,65, perfettamente funzionante e rifornita nel caricatore di nr. 6 proiettili calibro 7,65, nonché ulteriori nr. 49 proiettili dello stesso calibro.

Sempre nella camera da letto, occultata in una cassettina all’interno dell’armadio, veniva  altresì rinvenuta e sequestrata sostanza stupefacente, in particolare  circa 30 grammi di eroina, più di 110 grammi di hashish e 22 grammi di marijuana, pronta per lo spaccio. In esito a detti accertamenti, A.L. veniva tratto in arresto per i reati di cui agli art. 5  L. 110/75 e 73 D.P.R. 309/90. Dopo le formalità di rito, l’arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Salerno, in attesa di convalida, così come disposto dall’A.G..

Leggi anche