Salerno, gli autotrasportatori del porto bloccano le attività per cinque giorni



salerno

Maggiori garanzie per la sicurezza del personale viaggiante. E’ questa la principale motivazione alla base del blocco dei servizi di trasporto varato nella giornata odierna dagli autotrasportatori del porto di Salerno

Cinque giorni di blocco dei servizi di trasporto, a partire dalle 00.00 del 21 maggio e fino alle 24.00 del 25 maggio, per sollecitare le istituzioni a garantire maggiore sicurezza del personale viaggiante. La decisione è stata resa nota nella giornata di oggi dal  Segretario regionale del Coordinamento F.A.I. Angelo Punzi, al termine di una riunione tenutasi nella sede del Comune di Salerno a cui hanno partecipato molti imprenditori campani che rappresentano circa 500 veicoli industriali.

“Le motivazioni alla base del fermo che ci hanno esternato i nostri associati”– afferma Punzi- “sono diverse ma possono essere riassunte in diverse denunce a carico di situazioni di lavoro difficili, a partire  dalle pessime condizioni di viabilità che non sono idonee a garantire la sicurezza del personale viaggiante. A ciò si aggiungono anche una lentezza delle operazioni terminalistiche relative all’import e all’export, che spesso rende impossibile il rispetto delle norme europee relative all’orario di lavoro e ai tempi di guida e di riposo dei conducenti, ed il fenomeno sosta selvaggia che interessa la tangenziale interna al Porto, in grado di ostacolare, ed a volte anche bloccare, il normale flusso dei mezzi pesanti, sia in entrata che in uscita.” 

Leggi anche