Salerno: blitz antiprostituzione nella zona orientale

salerno

Agenti della Polizia Municipale di Salerno impegnati nel fine settimana in un ampio servizio di antiprositituzione nella zona orientale della Città

Continua il contrasto della sfruttamento della prostituzione a Salerno, che nel fine settimana ha visto impegnati sette agenti della Municipale.

Il Reparto Motociclisti, ha svolto un ampio e articolato servizio di anti-prostituzione nella zona orientale della città.

Controllate 16 meretrici, di cui 6 italiane, 1 bulgara, 3 rumene, 3 albanesi, 1 lituana, 2 originarie del Kyrgyzstan, un trans lituano e due gay di nazionalità italiana.

Elevati 20 verbali alle meretrici, 16 verbali di allontanamento, due verbali a clienti (di cui uno recidivo), proposte tre emissioni di Daspo.

Controllati inoltre i veicoli delle prostitute ed elevati i verbali ai sensi del Codice della strada.

Un fenomeno che insiste maggiormente nelle zone del litorale salernitano, le meretrici offrono prestazioni sessuali dietro pagamento di un corrispettivo in denaro.

Attività fornita da persone di qualsiasi genere e orientamento sessuale, è un segnale allarmante.

Forze dell’ordine e delle istituzioni, si stanno attivando sul territorio affinchè vengano incrementati i controlli.

L’obiettivo è di ripristinare la sicurezza e la legalità sulla litoranea di Salerno e nelle zone adiacenti.

Proprio alcuni mesi fa ad Eboli scattò un’ordinanza antiprostituzione che prevedeva multe per gli automobilisti che si fermano lungo la strada provinciale 175 per le prostitute.

L’obiettivo dell’ordinanza emessa dal sindaco era far scemare il fenomeno della prostituzione sul litorale ebolitano dove, a tal proposito, sarà fissa una pattuglia della polizia municipale.