Salerno: accusato di allaccio abusivo alla rete elettrica, lui nega



montecorvino

Il titolare di una nota pizzeria di Salerno accusato di allaccio abusivo alla rete elettrica ha negato ogni responsabilità

Nuovi sviluppi sulla vicenda che ieri ha riempito le cronache di Salerno. Come riporta il quotidiano La Città, infatti, il titolare di una nota pizzeria di Salerno, accusato di allaccio abusivo alla rete elettrica, ha negato ogni responsabilità e coinvolgimento nella notizia.

Lo scorso 17 Ottobre i Carabinieri di Salerno avevano infatti effettuato dei controlli, su segnalazione dell’Enel, che hanno poi permesso di portare alla luce un allaccio abusivo alla rete elettrica. Secondo delle stime iniziali, il danno causato dal mancato pagamento della rete elettrica si aggira sui 50mila euro e, a seguito della scoperta, l’uomo accusato del fatto è stato arrestato e tratto agli arresti domiciliari.

Il giudice non ha però convalidato l’arresto e ora l’uomo è tornato in libertà, come confermato dal suo stesso avvocato che è andato poi nel merito della vicenda: “Non sussiste alcuna valenza probatoria nei confronti del mio assistito. In pratica, non ci sono le prove volte a dimostrare che ci sia stato un furto di energia elettrica. Mancavano anche i presupposti legali per l’esecuzione dell’arresto espletato, in quanto non consentito dal codice penale. Ci tengo a precisare inoltre che le indagini non hanno coinvolto in nessun modo l’attività del mio assistito” – ha spiegato il legale al quotidiano.

Leggi anche