HomeSportCalcioSalernitana-Venezia 2-1: granata a 270 minuti dal sogno

Salernitana-Venezia 2-1: granata a 270 minuti dal sogno

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
754,988
Totale Casi Attivi
Updated on 27 May 2022 13:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

La sfida salvezza tra Salernitana e Venezia va ai granata: Bonazzoli e Verdi regalano un finale da sogno al popolo dell’Arechi

Per la prima volta in questa Serie A, la Salernitana esce dalla zona retrocessione e può sognare davvero l’impresa. Il 2-1 sul Venezia, maturato grazie ai gol di Bonazzoli e Verdi, proietta i granata al 17imo posto e ora la salvezza dista 270 minuti da vivere con il cuore in gola.

La Partita

Soncin si presenta con la novità della difesa a 3 per provare a dare una scossa dal punto di vista tattico, per Nicola c’è il rientro di Radovanovic dal 1′. Venezia subito pericoloso da calcio da fermo ma Sepe si fa trovare pronto. Al 3′ il match vive subito la prima grande svolta: fallo di mano in area del Venezia e calcio di rigore per la Salernitana assegnato grazie alle immagini del VAR: Bonazzoli è freddo dal dischetto e i granata vanno avanti 1-0.

La Salernitana prende il controllo del match e ha più volte l’occasione per raddoppiare ma prima Ederson e poi Fazio in mischia non riescono a trovare il guizzo vincente. Il Venezia paga la poca qualità in attacco e Aramu, l’unico in grado di accendere la luce, viene fermato bene dalla catena di destra granata.

Il secondo tempo si apre con la novità Ullmann al posto di Haps. Gli ospiti partono con un piglio totalmente diverso e alzano in modo sensibile il baricentro. La Salernitana non riesce a uscire dalla sua metà campo e al 13′ viene punita: respinta di Sepe su colpo di testa di Caldara, Henry è il più veloce e il suo tap-in vale il pareggio. Nicola si gioca la carta Simone Verdi e il fantasista numero 10 risponde subito presente con il colpo del 2-1 dopo una mischia in area di rigore.

Soncin tenta il tutto per tutto con gli ingressi di Nsame e Johnsen mentre tra i granata nel finale si rivede Diego Perotti per un esausto Djuric. Il popolo dell’Arechi tira il fiato per una punizione di Aramu uscita di poco a lato poi, dopo un rosso ad Ampadu e 5 minuti di recupero, può urlare di gioia.

Il Tabellino di Salernitana-Venezia

SALERNITANA (3-5-2): Sepe (Belec); Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, Ederson, Bohinen, Coulibaly (Kastanos), Zortea (Ruggeri); Djuric (Perotti), Bonazzoli (Verdi) All.: Nicola

VENEZIA (3-5-2): Maenpaa; Svoboda (Nsame), Caldara, Ceccaroni; Mateju (Johnsen); Peretz (Busio), Ampadu, Aramu, Haps (Ullmann); Henry, Okereke All.: Soncin

MARCATORI: 6′ Bonazzoli, 58′ Henry, 67′ Verdi