Salernitana-Foggia: campani obbligati a vincere per rilanciarsi

salernitana

Sono giorni difficili per la Salernitana, formazione che aveva iniziato bene il campionato di Serie B 2018-2019 e che invece adesso si trova a fare i conti con una panchina vuota dopo le dimissioni del tecnico Stefano Colantuono.

La scelta dell’allenatore romano della Salernitana, presa a sua detta per “rasserenare l’ambiente”, è arrivata dopo la sconfitta dei granata in casa del Carpi. Il k.o. del Cabassi (3-2 il risultato finale) è stato il terzo di fila, e il quarto nelle ultime cinque partite. Eppure, la formazione campana era arrivata a pochi punti dalla vetta della classifica del torneo cadetto grazie a un buon rendimento nelle prime dieci giornate del torneo.

Le quote serie b su Eurobet per la partita tra Salernitana e Foggia in programma sabato 23 dicembre alle 12:30 allo Stadio Arechi di Salerno, sono favorevoli, anche se di poco alla formazione di casa. Il segno 1 è quotato a 2,25, il blitz esterno del Foggia, invece, paga a 3,40 (i satanelli, tuttavia, non possono vantare chissà quale rendimento esterno con soli 5 punti ottenuti sui 21 finora a disposizione).

Il pareggio, invece, viene offerto a una quota di 3,10 volte la posta iniziale scommessa. Non ci si aspetta una partita con moltissimi goal, sarà anche per questo che i bookmaker offrono l’under 2,5 a 1,80, una quota leggermente più bassa rispetto all’over 2,5 offerto a 1,90. In quanto alle doppie chance, l’unica quota che vale la pena prendere in considerazione è l’X2 (pareggio o vittoria del Foggia), quotato a 1,60.

Le cose sono iniziate a girar male dopo la sconfitta in casa del Venezia: dopo un’illusoria vittoria casalinga contro lo Spezia all’Arechi, la Salernitana ha perso in casa del Cittadella e poi è stata sconfitta a domicilio dal Brescia dell’ex Donnarumma, autore di una tripletta e dopo il terzo k.o. di fila contro il Carpi qualcosa deve essersi rotto all’interno dello spogliatoio, tanto da indurre Colantuono a fare un passo indietro nonostante un contratto di più anni.

Ora la Salernitana si trova al dodicesimo posto ma la zona play-off è lontana soltanto 2 punti (la classifica è relativamente corta, basti pensare che il terzo posto momentaneamente occupato dal Lecce è distante appena 6 punti).

La squadra di Lotito e Mezzaroma può ancora puntare a ritagliarsi un piazzamento che le consenta di disputare i play-off ma deve dare un’immediata sterzata al suo rendimento.

In attesa che venga ufficializzato il nuovo allenatore (si parla con grande insistenza di Angelo Gregucci, attualmente assistente di Roberto Mancini nello staff tecnico della Nazionale italiana di calcio, ma anche di altri tecnici come Alessandro Calori, Massimo Drago, e Antonio Calabro, tutti e tre senza contratto) la Salernitana si sta preparando per il prossimo impegno di campionato, la difficile sfida casalinga contro il Foggia.

Una gara che oltre alla situazione critica dei cavallucci marini, sarà resa ancor più impervia dal fatto che i pugliesi sono alla disperata ricerca di punti, in virtù di una penalizzazione in classifica (dovuta a pagamenti in nero effettuati nelle scorse stagioni) che li ha fatti partire da -8.