La Salernitana chiude con il colpo, preso Di Gennaro!



di Gennaro

Nell’ultimo giorno di mercato i granata strappano Di Gennaro al Parma. Dalla Lazio presi sia Djavan Anderson che Andrè Anderson. Domani la firma di Migliorini

Si chiude con il botto la sessione estiva di calciomercato della Salernitana che piazza il colpo Davide Di Gennaro. Il centrocampista arriva dalla Lazio con la formula del prestito. La società di via Allende è riuscita a strappare il giocatore al Parma nelle ultime ore di mercato, convincendolo a scendere di categoria e approfittando della frenata dei ducali nella trattativa, Un grande colpo messo a segno dalla dirigenza granata che innalza di non poco il livello della rosa a disposizione di Colantuono.

Queste le prime parole del neo calciatore granata: “Ringrazio innanzitutto la Proprietà, Claudio Lotito e Marco Mezzaroma, per avermi dato la possibilità di vestire la maglia granata. Ho scelto personalmente la Salernitana, ci tenevo fortemente e credo molto nelle persone e nel progetto che mi ha illustrato il Direttore Fabiani”.”Vivo di emozioni e credo che una piazza calorosa come quella di Salerno possa regalarmi tanto. Arrivo con grande entusiasmo portando la mia esperienza e con la voglia di dare il massimo per questa maglia. Avevo diverse proposte da squadre di categoria superiore ma avevo bisogno di nuovi stimoli e dopo l’annata passata sentivo il bisogno di sentirmi di nuovo protagonista e credo che Salerno possa darmi tutto questo”.

Nel “rush finale” di mercato la Salernitana ha anche ufficializzato l’arrivo, sempre dalla Lazio, dell’esterno Djavan Anderson e del trequartista brasiliano Andrè Anderson. Attesa per domani invece la firma di Marco Migliorini, centrale difensivo svincolatosi dall’Avellino.

Definite infine quattro operazioni in uscita: salutano Salerno Antonio Zito ceduto a titolo definitivo alla Casertana, Nunzio Di  Roberto ceduto alla Juve Stabia, Emmanuele Cicerelli trasferito a titolo temporaneo al Foggia ed Emilio Volpicelli che passa in prestito alla Pro Piacenza.

Leggi anche