Salernitana – Cittadella: campani a caccia di tre punti per la tranquillità

pasquale marino

Adesso arriva il Cittadella allo stadio Arechi: l’occasione giusta per la Salernitana per riprendere confidenza con la vittoria

Esattamente come si era verificato dopo il pareggio in casa contro il Venezia, anche dopo la sconfitta maturata nei minuti di recupero alla Spezia la Salernitana ha deciso di continuare con il silenzio stampa dei suoi tesserati.

Una decisione che fa intuire come il clima sia particolarmente pesante. Dopo la caduta al Picco, che fa ancora più male per le modalità con cui è arrivata, con i granata in vantaggio, poi ripresi ad inizio secondo tempo e superati al 94’, bisogna fare i conti con un andamento davvero negativo.

La squadra di Gregucci viaggia ad una media di un punto a partita nelle ultime 15 gare. E da più parti si comincia a chiedere la “testa” dell’allenatore pugliese, criticato per non essere riuscito ad imporre quel cambio di marcia che sarebbe stato necessario dopo l’esonero di Colantuono. Adesso arriva il Cittadella allo stadio Arechi: l’occasione giusta per riprendere confidenza con la vittoria.

Cosa è successo all’andata

All’andata a vincere fu il Cittadella, che si impose per 3-1 grazie alla doppietta di Strizzolo e al gol di Schenetti. Non è bastata la rete di Alessandro Rosina alla Salernitana per evitare una sconfitta netta. La squadra campana deve tornare alla vittoria il prima possibile per evitare di fare i conti con un’ultima fase di campionato da giocare interamente con lo spettro della retrocessione. Discorso differente per il Cittadella, che è ancora in piena corsa playoff.

Come arriva la Salernitana

L’ultima vittoria della Salernitana risale al 26 febbraio, quando sul campo amico era riuscita a vincere contro la Cremonese con il risultato di 2-0. Nelle ultime sette partite ha collezionato cinque sconfitte, un pareggio e una vittoria: un ruolino di marcia non esattamente da playoff.

C’è bisogno di cambiare passo e il fatto che si entri nella fase decisiva della stagione rende questa necessità ancora più urgente, soprattutto per via del fatto che dietro la squadra campana la classifica si sta pericolosamente compattando. Crotone, Livorno, Venezia e pure il Foggia hanno messo nel mirino la Salernitana e potrebbero tranquillamente riuscire nell’aggancio.

A maggior ragione se il trend della squadra di mister Gregucci dovesse continuare ad essere questo. Comparando la classifica con quella degli scorsi anni, basta poco per accorgersi come la Salernitana abbia due punti in meno in confronto al 2017/18 e un punto in meno rispetto al 2016/17.

Come arriva il Cittadella

Umore completamente diverso per la squadra veneta, che nelle ultime sei partite ha raccolto tre vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, di misura a Benevento. Il Cittadella, inserito dai pronostici di Oddschecker tra le prime dieci forze del campionato, lo scorso 2 marzo è riuscito ad espugnare il campo della capolista Brescia e di conseguenza si può considerare un avversario particolarmente pericoloso, anche in virtù della facilità con cui riesce ad andare in rete.

Negli ultimi sette match, infatti, solamente in due partite, ovvero contro Pescara e Lecce, sono stati segnati ben otto gol. Un ruolino di marcia molto positivo che sta portando in dote una posizione nella griglia playoff.

I precedenti tra le due squadre

Si tratta del decimo confronto diretto tra le due compagini: dando un’occhiata alle statistiche emerge subito un dato che fa rabbrividire tutti i tifosi della Salernitana. Ovvero, nelle nove sfide precedenti, la squadra campana non è mai riuscita ad imporsi sulla compagine padovana, nona attualmente in classifica.

Il Cittadella ha raccolto la bellezza di sette vittorie e due pareggi in Serie B. Anche l’anno scorso la Salernitana ha perso entrambe le gare, quella in casa con il medesimo risultato della sfida di andata di quest’anno, ovvero 1-3.

Chissà che non possa essere un dato utile e prezioso per chi volesse scommettere. Sette gol in quattro partite disputate a Salerno negli ultimi undici anni per la squadra allenata da Roberto Venturato: insomma, un goal a Salerno capita spesso e volentieri.