Sacrario militare, Cava ricorda i caduti



Il Comitato per il Sacrario Militare ricorda i caduti ed il Caporale Maggiore Capo Massimiliano Randino.

 

sacrario militare

Celebrata questa  mattina nel Sacrario Militare di Cava de’ Tirreni traboccante di fedeli, una cerimonia in ricordo dei caduti e del Caporale Maggiore Capo Massimiliano Randino. All’evento erano presenti il Comandante del 45 esimo Battaglione Trasmissioni Vulture di Nocera Inferiore, la Polizia di Stato, i familiari di Randino, la Tenenza della Guardia di Finanza con il Maresciallo Monaco, i Carabinieri di Cava con il Maresciallo Rescigno, l Tenente Colonnello Carlo De Martino  in rappresentanza del Comandante del Reggimento Cavalleggeri  Guide  di Salerno, l’associazione bersaglieri a Riposo, sezione Marcello Garzia di Cava, il corpo dei vigili urbani con il Tenente Claudio Zito, il comitato per il sacrario militare con il suo presidente Daniele Fasano, il presidente Emerito del Comitato Salvatore Fasano, il Presidente Onorario Lucio Cesareo, il Vicepresidente Gerardo Canora, il colonnello Vincenzo Consalvo, e gli altri componenti  del comitato Maddalena Annarumma , Roberto Catozzi , Antonio Pisapia, Gennaro Vituliano, Beatrice Sparano, Matteo Fasano, Francesco Di Salvio.

Ricordiamo i martiri e Massimiliano (Randino n.d.r.) –ha sottolineato Don Antonio Landi–  che hanno sacrificato la loro vita per noi. Di fonte alla morte ci chiediamo il senso della vita. La morte non è la fine ma, il fine,  perché è una porta per transitare all’eterno”.  “E’ fondamentale educare le giovani generazioni ai valori della patria –ha dichiarato Daniele Fasano– In questo modo l’Italia potrà risorgere con il sacrificio di quanti, con dedizione totale, hanno servito la causa della nostra nazione”.  

Leggi anche