HomeAttualitàRoccapiemonte, sopralluogo presso Multitask: la struttura sarà demolita

Roccapiemonte, sopralluogo presso Multitask: la struttura sarà demolita

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
73,750
Totale Casi Attivi
Updated on 22 October 2021 15:21
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Roccapiemonte, il sindaco in sopralluogo al deposito della Multitask Service: ”Stiamo per giungere alla conclusione di questa vicenda”

Il Sindaco di Roccapiemonte Carmine Pagano comunica che è stato effettuato un sopralluogo presso il deposito della Multitask Service di via Piedirocca, incendiatosi nel dicembre del 2019. Presenti i delegati dei proprietari della struttura, il Monte dei Paschi di Siena, i tecnici incaricati da questi ultimi, quelli del Comune di Roccapiemonte, guidati dal responsabile dell’Ufficio Tecnico Rocco Rescigno, il Sindaco Pagano e gli agenti di Polizia Municipale di Roccapiemonte agli ordini del Comandante Graziano Lamanna.

La proprietà di Multitask ha comunicato la decisione di voler provvedere al più presto all’abbattimento completo della costruzione, operazione che avrà luogo dopo aver effettuato tutte le verifiche del caso, in particolare per garantire che l’intervento sia realizzato nella massima sicurezza per persone e cose.

Il Comune di Roccapiemonte non ha mai smesso di seguire con attenzione la vicenda Multitask, provando ad ottenere risposte immediate e ad accelerare l’iter per la messa in sicurezza dell’area e della sua riqualificazione. Ovviamente, c’era da capire quali fossero le idee del privato – proprietario degli immobili oggetto dell’incendio, così come andavano effettuate verifiche minuziose. Adesso attendiamo di conoscere le prossime mosse della proprietà che ha comunque annunciato di voler procedere alla demolizione della struttura incendiata in tempi celeri. In qualità di Sindaco mi sono preoccupato, fin dall’inizio, di chiedere all’Arpac interventi mirati per conoscere i valori di tossicità in atmosfera che potevano essere stati provocati dal fuoco e dal fumo, con risultati che sono sempre stati entro i limiti previsti dalla legge, così come ho provveduto a chiedere ed ottenere la rimozione dei rifiuti combusti e delle acque utilizzate dai Vigili del Fuoco per lo spegnimento delle fiamme. Stiamo per giungere dunque alla conclusione di questa ulteriore vicenda di cui questa Amministrazione è stata, suo malgrado, investita. Un’Amministrazione che su tale episodio ha subìto critiche ingenerose, talvolta indecorose, nonostante l’impegno profuso e l’attività effettuata per risolvere il problema e mettere insieme i vari tasselli che, ricordiamolo, si riconducono a responsabilità di privati, titolari della struttura” – ha dichiarato il Sindaco Carmine Pagano.