HomeAttualitàResidenze Unisa: disagi continui per i fuorisede

Residenze Unisa: disagi continui per i fuorisede

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
929,006
Totale Casi Attivi
Updated on 2 July 2022 8:42
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Unisa, vecchi e nuovi problemi coinvolgono le residenze del Lotto (II) dell’Università degli Studi di Salerno: la segnalazione

Numerosi problemi coinvolgono le residenze del Lotto (II) dell’Università degli Studi di Salerno (Unisa), provocando grandi disagi per tutti gli studenti fuorisede nonostante le numerose segnalazioni da parte della rappresentanza studentesca. Di seguito le criticità elencate nel dettaglio dal Consigliere Didattico dell’Università degli Studi di Salerno, Ciro Buonocore:

“Dopo sette mesi dalle assegnazioni, i problemi segnalati non sono ancora stati risolti. Di seguito le parole del Consigliere Didattico dell’Università degli Studi di Salerno. In particolare, nel Lotto A (Edificio rosso) le caldaie subiscono continui malfunzionamenti che costringono tutti i residenti a dover utilizzare l’acqua fredda per tutte le attività indispensabili. Ad oggi i problemi non sono stati ancora risolti, nonostante la promessa di una manutenzione straordinaria, con la sostituzione dell’impianto.

Per quanto riguarda invece i Lotti E (edificio giallo) e D (edificio verde) la problematica principale che segnaliamo è la mancanza degli ascensori. Seppur fisicamente presenti e funzionanti, non sono resi disponibili agli studenti per dei problemi di comunicazione tra l’eventuale scatto di un allarme e l’avviso nella portineria centrale. Questa situazione che sembra paradossale costringe tutti gli studenti, soprattutto i residenti negli ultimi piani a dover utilizzare le scale anche per grandi carichi.

Al di fuori dei problemi legati ai palazzi, bisogna segnalare altri servizi negati agli studenti, come mancato accesso alle aule studio ed agli spazi comuni. Se dapprima si poteva giustificare questa situazione con norme legate allo stato di emergenza sanitario, ad oggi non ci sono motivi per continuare a non utilizzare queste strutture. Inoltre, l’accesso che consente un collegamento più veloce tra il lotto (II) e l’ingresso dell’università situato nei pressi del parcheggio Multipiano, continua ad essere chiuso nonostante sia stato ideato per agevolare i residenti.

Ricordiamo inoltre che, il primo lotto di residenze è stato chiuso per l’intera durata dell’anno accademico per ristrutturazioni; nonostante ciò, il secondo lotto, quello situato in via Mariscoli è stato inaugurato nel 2013 con un progetto che si focalizzava sull’efficienza energetica “Grado A degli edifici” e sulla promessa di una migliore fruibilità degli spazi e servizi. Ad oggi questo lotto, nonostante sia il più avanzato delle residenze dell’Unisa, presenta gravi malfunzionamenti che non permettono a tutti i residenti di fruire di servizi essenziali e necessari”, conclude il Consigliere Didattico.