Home Cronaca Ragazzo cade dallo scivolo del parco acquatico

Ragazzo cade dallo scivolo del parco acquatico

Covid-19

Italia
41,413
Totale Casi Attivi
Updated on 18 September 2020 11:38
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Nel battipagliese un ragazzo di diciotto anni, che trascorreva una giornata in un parco acquatico, è caduto dallo scivolo

Ragazzo diciottenne precipita dallo scivolo di un parco acquatico e batte la testa. Succede sul litorale di Battipaglia dove una ragazzo di diciotto anni stava trascorrendo una giornata di sole e bagni.

- Advertisement -

ragazzo
Ragazzo al parco acquatico cade dallo scivolo

Ragazzo. La vicenda è accaduta sotto gli occhi di tutti i bagnanti. Il ragazzo, dopo essere salito regolarmente sullo scivolo che lo avrebbe condotto, secondo un percorso prestabilito, in acqua, è improvvisamente caduto al suolo battendovi la testa.

Per il ragazzo arrivano immediatamente arrivano i soccorsi del Vopi, che hanno successivamente contattato  il personale medico dell’ ospedale Santa Maria della Speranza, di Battipaglia.

Il ragazzo è stato dunque ricoverato subito in ospedale, con la diagnosi di trauma cranico. La prognosi del ragazzo attualmente, è ancora riservata.

Da accertare ancora con chiarezza le cause dell’ incidente capitato al ragazzo diciottenne. L’estate purtroppo non è soltanto foriera di divertimento, relax e tanti amici, ma anche di momenti di panico che talvolta possono essere fatali.

Come il ragazzo di Salerno, così anche in un altro parco acquatico di Sorso,il Water Paradise, in provincia di Sassari, Vincenzo Gastaldi, 44 anni, muore a seguito di un pericoloso tuffo in acqua. La tragedia era avvenuta al termine di uno scivolo elicoidale, che terminava con una piscina dalla profondità molto bassa. Dopo essere stato trasportato all’ospedale Santissima Annunziata, la scorsa domenica, è deceduto dopo una settimana.

A differenza del giovane, l’ agente immobiliare aveva gravi lesioni al midollo spinale ed altre complicazioni.

Ancora una volta, si dovrebbe far luce su eventuali responsabilità e negligenze sulla sicurezza all’interno dei complessi natatori, quali piscine o parchi di divertimento acquatici. Sebbene non si escluda il dolo dei diretti interessati, è bene comunque sorvegliare la preparazione dei bagnini, nonché l’adeguatezza e la messa a norma degli impianti, dei locali adibiti ai bagnanti, e persino dei luoghi di ristorazione, nei quali possono essere serviti alcolici che indirettamente cagionano danni.

LiveZon
zerottonove