HomeAttualitàProgetti di vita indipendente per i disabili adulti presentati a Cava

Progetti di vita indipendente per i disabili adulti presentati a Cava

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
73,729
Totale Casi Attivi
Updated on 23 October 2021 3:25
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Progetti Sperimentali di vita indipendente e inclusione nella società di persone adulte con disabilità presentati nell’Aula consiliare del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni

[ads1]

I Progetti Sperimentali di vita indipendente e inclusione nella società di persone adulte con disabilità intendono supportare, attraverso incentivi di natura economica, le persone adulte con disabilità che vogliono assumere un assistente personale o accedere a una borsa lavoro.

Gli incentivi rappresentano parte irrinunciabile e del progetto di vita indipendente che viene proposto dalla persona con disabilità e che può essere utilizzato dalla stessa, sulla base di necessità determinate in forma autonoma, per attività di cura della persona , di cura dell’ambiente domestico, di supporto in ambito lavorativo, per favorire l’integrazione sociale e valorizzare le proprie capacità funzionali nel contesto lavorativo.

Per il primo anno finanziato si tratta di cinque borse lavoro, il doppio per il secondo anno e se sarà approvata la candidatura già presentata per il terzo anno, ve ne saranno altrettante dieci.

“Questo progetto mi vede particolarmente coinvolto sotto il profilo istituzionale e personale. – afferma il sindaco Vincenzo ServalliSi tocca un argomento che coinvolge la vita delle persone e per questo voglio rivolgere il mio plauso all’assessore alle Politiche Sociali Autilia Avagliano, alla dottoressa Assunta Medolla coordinatore del Piano di Zona ed a tutti i suoi collaboratori. Si tratta di una continuità di impostazione che assume un particolare significato di carattere culturale

Nel ricordare il 3 dicembre, giorno nel quale si è celebrata la giornata alla disabilità, l’assessore alle Politiche Sociali Autilia Avagliano, ha affermato – ” Stiamo facendo una cosa difficile, ovvero abbattere le barriere mentali. Si tratta di un lavoro quotidiano che deve essere svolto con passione e competenza per affrontare il problema dell’inclusione sociale capendo cosa sia la diversità.”

Il coordinatore del Piano di Zona, Assunta Medolla ha rimarcato come l’Ambito S2 abbia ottenuto con la prima annualità del finanziamento il risultato di essere tra i tre Piani che in Campania hanno avuto accesso al Progetto di Vita Indipendente per disabili. Le aziende che ospiteranno i primi cinque borsisti sono: i comuni di Cava de’ Tirreni e Cetara , la cooperativa sociale l’Alveare di Amalfi e la cooperativa sociale Girasole di Cava de’ Tirreni.

[ads2]