Vendita illegale di profumi, sequestrate a Cava e Pagani 13mila confezioni

Sono state sequestrate confezioni di profumi venduti illegalmente per un valore di 250mila euro tra Cava e Pagani. Denunciato esercente

I Finanzieri dei Comando Provinciale di Salerno hanno sottoposto a sequestro a Cava de’ Tirreni ed a Pagani un ingente quantitativo di profumi di note marche recanti la dicitura “tester” e/o “demostration — not for sale”.

Tali prodotti, che non possono essere commercializzabili, erano stati immessi illecitamente in vendita, creando e alimentando un vero e proprio mercato parallelo che, oltre ad arrecare danni alle case produttrici, genera un effetto distorsivo nella vendita, concretizzando, di fatto, concorrenza “sleale” in danno degli operatori del settore in regola con la legge. Le confezioni di profumo erano normalmente esposte per la vendita su di una bancarella nel mercato rionale di Cava de’ Tirreni. La successiva attività investigativa permetteva di rinvenire l’ingente quantitativo stoccato nel deposito dell’attività commerciale ubicato in Pagani.

L’attività delle Fiamme Gialle della Compagnia di Cava de’ Tirreni, coadiuvate da militari della Compagnia di Nocera Inferiore, ha consentito di denunciare a piede libero per il reato di ricettazione un cittadino del luogo e di sottoporre a sequestro quanto illecitamente commercializzato.

Qualora vendute, le confezioni di profumi avrebbero fruttato un introito di circa 250 mila euro.