Primo concerto del 2019 della rassegna “Concerti in Luci d’Artista”



Concerti in luci d’artista: Venedi il duo flauto e chitarra di Cimino e Vitale nella chiesa di Sant’Anna al Porto

 

La rassegna in collaborazione con l’assessorato alle politiche sociali del comune di Salerno  sostiene il centro di aiuto alla vita “il Pellicano”.

Sarà la chiesa di Sant’Anna al Porto a Salerno ad ospitare il primo concerto del 2019 della rassegna “Concerti in Luci d’Artista”, organizzata dal Cta di Salerno con il contributo del Comune di Salerno, il patrocinio della Provincia di Salerno e la collaborazione del Conservatorio “Giuseppe Martucci”, dell’Associazione “Amici dei concerti di Villa Guariglia” e della Bottega San Lazzaro. Venerdì 4 gennaio, alle ore 20, nella storica chiesa a pianta centrale, ci sarà il concerto del duo composto dalla flautista Ylenia Cimino e dal chitarrista Pasquale Vitale, di ritorno dal recente tour in Australia.

 

Classe ’97, Ylenia Cimino ha seguito corsi di perfezionamento e master con i più grandi flautisti contemporanei quali Salvatore Lombardi, Maxence Larrieu, Peter-Lukas Graf, Jean-Claude Gérard, Andrea Manco, Paolo Taballione, giusto per citarne alcuni. Falaut, l’autorevole trimestrale flautistico, le ha dedicato la copertina del n. 55 ottobre – dicembre 2012. E’ primo flauto nell’OGN e nell’Orchestra Sannium Mozart Italia. E’ membro dei Solitalian Quartet. Dal 2017 frequenta il master di flauto presso la “Staatliche Hochschule für Musik und Darstellende kunst” di Stoccarda, nella classe del M° Davide Formisano. E’ docente di Prassi Esecutive e Repertorio per Flauto al Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno.

Pasquale Vitale, ha intrapreso lo studio della chitarra classica nel 2010, all’età di 12 anni, sotto la guida di Marco Caiazza. Nel 2015 è stato scelto come giovane talento per debuttare al Convegno Internazionale della Chitarra di Alessandria, manifestazione legata al prestigioso Concorso Internazionale «Michele Pittaluga». Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali e internazionali imponendosi a competizioni quali “13th Anna Amalia Competition for Young Guitarists a Weimar (Germania)” – “23 Concorso Nazionale di Chitarra “Giulio Rospigliosi” – “40° Roburent International guitar competition” – “I Concorso “Ada Naio” di Taranto”- “X Festival Internazionale della Chitarra – Citta di Fiuggi” – “Concorso Internazionale Alirio Diaz di Roma”.

Il concerto di venerdì sera sarà aperto dall’esecuzione del “Cantabile in Re Magg. Op. 17” di Paganini, seguito dal “Nocturne Op. 38” di Molino e da “Tancredi – Ouverture” di Rossini. La seconda parte del concerto attingerà da Castelnuovo-Tedesco con la “Sonatina Op. 25”, dalle pagine di Piazzolla da “Histoire du Tango – Bordel 1900; Cafè 1930” e da Monti con “Czardas”.

I Concerti quest’anno, in sinergia con l’assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Salerno, sostengono il Centro di Aiuto alla Vita “Il Pellicano”. Ad ogni appuntamento si potrà dare un contributo all’associazione che da quasi trent’anni è presente a Salerno, presso la parrocchia di S. Domenico, e che opera a tutela del diritto alla vita.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI

Doppio appuntamento il 12 e il 13 gennaio, alle ore 20, nella Sala San Tommaso del Duomo di Salerno. Una due giorni che verrà inaugurata dal pianista Alessandro Amendola, il quale dedicherà al pubblico salernitano un concerto monografico imperniato sulla figura di Sergej Rachmaninov, per quindi offrire la ribalta al clarinettista Roberto Giordano in duo con il pianista Massimo Trotta, che ha scelto di portare la platea all’opera, eseguendo celebri pot-pourri su temi di Tosca, Rigoletto e Carmen. I Dialoghi con Gesualdo, dedicato ai clarinetti dell’ensemble Panarmonia, erede della Scuola Napoletana di questo strumento, guidati da Giovanni De Falco, verranno eseguiti nella chiesa di Santa Apollonia, concessa dalla Bottega San Lazzaro di Chiara Natella, il 19 gennaio, alle ore 20.

Leggi anche