HomeCulturaPontecagnano, smart working per il Museo Archeologico della città

Pontecagnano, smart working per il Museo Archeologico della città

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
74,016
Totale Casi Attivi
Updated on 24 October 2021 2:27
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

A Pontecagnano Faiano il Museo Archeologico Nazionale-Etruschi di frontiera si sposta online: ecco tutte le attività del MAP raccontate dalla Direttrice

Il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano Faiano si adegua alle logiche di Smart working. A raccontarcelo è la direttrice Gina Tomay che in merito all’emergenza Covid-19 ha messo in atto una serie di attività sulle pagine ufficiali social del museo. 

In queste settimane di emergenza, nell’impossibilità di tenere i Musei aperti, la nostra attività si è concentrata sulla comunicazione attraverso i canali social al fine di tenere viva l’attenzione sul patrimonio archeologico degli Etruschi di frontiera di Pontecagnano e sui tanti progetti in campospiega la Direttrice del museo.

Il team dell’Ufficio Promozione e Comunicazione del MAP, coordinato proprio dalla Direttrice del Museo, ha avviato la rubrica “#ilMAPchenonconosci”, rivolta sia ai followers abituali, sia a coloro che, grazie al maggior tempo disponibile, possono proprio in questo periodo accostarsi al Museo Archeologico di Pontecagnano Faiano.

I contenuti sono strutturati secondo quattro filoni d’interesse:

  1. Il lavoro dietro le quinte del Museo (le attività di catalogazione, di restauro, di riordino e sistemazione dei depositi etc.);
  2. La programmazione delle attività culturali e degli eventi del Museo;
  3. Video di approfondimento su reperti della collezione museale e su luoghi dell’antica Pontecagnano, che raccontano con taglio divulgativo oggetti e contesti meno noti o sui quali si presta minore attenzione durante la visita al Museo. Un approfondimento è stato dedicato ai principali santuari dell’antico insediamento etrusco-campano, quello meridionale di Apollo e quello settentrionale, dedicato ad una divinità ctonia, connessa cioè al mondo sotterraneo;
  4. I “Virtual Archeo Lab”: laboratori di archeologia appositamente ideati per i bambini che in questo periodo non possono frequentare i laboratori che abitualmente si tengono la domenica al MAP o venire a visitare il Museo in gita scolastica.

Il Museo Archeologico di Pontecagnano ha inoltre preso parte alle campagne promosse dal MiBACT come “#laculturanonsiferma”, che invita tutti i luoghi della cultura del Paese a pubblicare contenuti culturali sul canale youtube del Ministero. Oppure a quella “#iorestoacasamascopro”, lanciata dalla Direzione Regionale Musei della Campania, a cui afferisce il Museo di Pontecagnano.

La scorsa domenica, infine, il museo ha preso parte al flashmob digitale promosso dal MiBACT: “#artyouready”. Il progetto prevede che igers, fotografi e visitatori pubblichino e condividano le immagini scattate nei nostri Musei.

Proprio domani tale attività si replica, stavolta propone tour virtuali nei luoghi della cultura, e con l’adesione ad una campagna molto divertente, lanciata dal Getty Museum, che invita a ricreare in casa opere e oggetti dei nostri Musei.

In conclusione, anche in questo periodo cerchiamo di offrire una proposta culturale articolata e, soprattutto, rivolta a diversi tipi di pubblico e di classi d’età, come avviene abitualmente con gli eventi e le attività che svolgiamo al #MAP. Questo periodo non equivale ad una battuta d’arresto, ma rappresenta anzi un momento di riflessione e di impegno per poter riprendere presto il nostro lavoro, anche con maggiore energia!“-conclude la direttrice Gina Tomay del Museo Archeologico di Pontecagnano Faiano.

Il santuario settentrionale di Pontecagnano

#ilMAPchenonconosciNuova puntata dedicata ai reperti della collezione degli #Etruschidifrontiera e alla storia antica di #Pontecagnano. Dopo aver approfondito il santuario di Apollo, oggi vi parliamo del santuario settentrionale della città dedicato ad una divinità del sottosuolo e portato in luce durante gli scavi per l'ampliamento dell'autostrada Salerno – Reggio Calabria.Buona visione!#direzioneregionalemuseicampania #iorestoacasamascopro #iorestoacasa #laculturanonsiferma #andràtuttobene #litaliachiamò #museichiusimuseiaperti

Pubblicato da Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano "Gli Etruschi di frontiera" su Mercoledì 1 aprile 2020