HomePoliticaPontecagnano, Consiglio Comunale del 19 dicembre 2017

Pontecagnano, Consiglio Comunale del 19 dicembre 2017

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
456,149
Totale Casi Attivi
Updated on 1 October 2022 20:09
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Pontecagnano, Consiglio Comunale del 19 dicembre 2017. Approvati due punti all’ordine del giorno

Si è tenuto questa mattina, intorno alle ore 9, presso la biblioteca civica “Alfonso Gatto“, il Consiglio Comunale di Pontecagnano Faiano.

All’ordine del giorno i seguenti argomenti: comunicazione del Presidente del Consiglio Alfonso Gallo riguardo a un prelievo dal fondo di riserva ordinario 2017, ex art. 166 e 176 D. Lgs. n° 267/2000; ratifica variazione al Bilancio di previsione 2017/2019 adottata dalla Giunta Comunale in via d’urgenza con Delibera n. 198 del 30/11/2017, ai sensi dell’art. 175 comma 4 del D. Lgs n° 267/2000; riconoscimento debiti fuori bilancio; nomina componenti Commissione locale paesaggio.

Dopo la comunicazione del Presidente Alfonso Gallo, e prima della votazione del secondo punto all’ordine del giorno, il consigliere Giuseppe Lanzara chiede la parola riguardo alla questione amianto all’interno dell’ex tabacchificio Ati Alfani.

Volevo richiamare all’attenzione di un’interrogazione che è stata presentata lo scorso 6 novembre – dichiara Lanzara – nell’interrogazione richiediamo la sollecitazione degli uffici comunali per dare seguito a questa ordinanza e tutte le verifiche da porre in essere per la salute dei cittadini.

La parola passa al Primo cittadino Ernesto Sica, il quale replica: “Quello dell’ex tabacchificio Alfani è un tema già sviscerato in passato. Premesso che le sollecitazioni giungevano sia dai cittadini che dal consigliere Angelo Mazza, noi abbiamo effettuato tutti gli atti necessari, abbiamo provveduto a denunciare l’inadempienza da parte dei privati. Stiamo monitorando costantemente la situazione.

Chiede la parola il consigliere Mazza, il quale ha preso a cuore il problema: “Ci sono stati vari confronti a riguardo, ma da quanto ho capito c’è un problema di fondo, vale a dire che se il proprietario non rimuove la struttura l’ente potrebbe agire in addebito. Gli uffici competenti hanno svolto tutto l’iter previsto, ma a quanto pare sussiste un problema di spesa.

Entrambi i due punti seguenti, ossia la ratifica della variazione al bilancio di previsione 2017/2019 e il riconoscimento dei debiti fuori bilancio raggiungono la maggioranza dell’assise.

Per quanto riguarda il quarto ed ultimo punto, dopo una discordanza e una breve discussione tra i partecipanti alla riunione, la maggioranza ne ha preposto il rinvio al prossimo Consiglio Comunale, che si svolgerà nei primi giorni di gennaio.