Pokerissimo granata, ora sotto con gli scontri diretti



Fonte: www.ussalernitana1919.it

Liquidato anche il Campobasso. All’Arechi finisce 2-0 per la Salernitana ed ora la mente è tutta rivolta alle prossime due gare, quelle che, come sottolinea Perrone, “non bisogna assolutamente perdere”. I granata sono attesi da due scontri diretti, a cominciare da sabato in casa del Pontedera per poi arrivare al big match casalingo contro la capolista Aprilia. I latinensi rallentano la propria marcia impattando sullo 0-0 in casa della Vigor Lamezia ed ora sono incalzati a soli tre punti proprio dal Pontedera, che sbanca 2-1 il campo dell’Arzanese. Per la Salernitana, dunque, invariate le distanze dal secondo posto, con i granata che restano solitari in quarta posizione, in virtù della vittoria del Poggibonsi e del pareggio del Martina Franca.

Quinta vittoria consecutiva per gli uomini di Perrone che approfittano della pochezza tecnica del Campobasso e portano a casa i tre punti senza troppi sforzi. Passivo che sarebbe potuto essere ben più pesante per i molisani se Guazzo non avesse sbagliato tanto sotto porta.

La partita. Si gioca su un campo reso molto pesante dall’incessante pioggia di questi giorni. Salernitana schierata con la stessa formazione di Reggio Calabria, con l’unica eccezione del rientrante Ricci al posto di Vettraino. Proprio l’ex Primavera della Lazio al 4’ spaventa Iuliano con un tiro-cross di poco alto sulla traversa. Ma la prima occasione da gol costruita dai granata si annota al 15’: lancio perfetto di Perpetuini (tra i migliori in campo) e volée di destro di Guazzo che termina abbondantemente fuori. Al 21’ la Salernitana passa: bordata di Molinari su calcio di punizione dai 25 metri e pallone che si insacca all’incrocio dei pali. Dopo aver sorvolato su un episodio dubbio in area molisana con protagonista Guazzo, al 27’ l’arbitro Bietolini concede un penalty alla Salernitana per atterramento di Ricci: siparietto tra Guazzo e Montervino per la battuta del rigore, col capitano che la spunta trafiggendo Iuliano per la seconda volta. Partita ormai in discesa per la truppa di Perrone che prima del duplice fischio dell’arbitro va vicina al terzo gol con Ricci (39’) e Gustavo (40’).

Ripresa. Parte bene il Campobasso, con Bussi che al 50’ si invola sulla sinistra e scarica su Iannarilli, bravo a chiudere lo specchio della porta. Un minuto più tardi Perpetuini recupera un gran pallone sulla trequarti avversaria e lascia partire un destro su cui Iuliano si oppone in angolo. Sul corner successivo Molinari stacca più in alto di tutti e la sua inzuccata colpisce prima la traversa e poi il palo della porta difesa dall’ex estremo difensore della Salernitana. Al 60’ contropiede di Ricci che conclude debolmente tra le braccia di Iuliano. Perrone decide di coprirsi inserendo Capua e Vettraino al posto di Ricci e Gustavo. Ma il Campobasso è poca cosa e i granata potrebbero arrotondare il punteggio con Guazzo, che per ben tre volte spreca il pallone del 3-0.

Finisce così, con i tifosi che applaudono i propri beniamini e sono pronti a seguirli in massa anche sabato prossimo, nella fondamentale trasferta di Pontedera.

 

SALERNITANA – CAMPOBASSO 2–0: IL TABELLINO

Salernitana: Iannarilli; Luciani, Rinaldi, Molinari, Chirieletti; Montervino, Perpetuini, Mancini (31’st Tuia); Ricci (13′ st Capua), Guazzo, Gustavo (13′ st Vettraino). A disposizione: Garino, Lanni, Zampa, Topouzis. All.: C. Perrone.

Campobasso: Iuliano; Boi, Minadeo, Marino (20′ st Sciarra); Candrina, Rais, D’Allocco (40′ st Di Bartolomeo), Modica; Santaguida (25′ st Curcio) ; Bussi, Morante. A disposizione: Cattenari, Esposito, Grillo, Mazza. All.: E. Imbimbo.

Reti: 22′ Molinari (S), 28′ Montervino rig. (S).

Arbitro: Claudio Bietolini (sez. Firenze).

Assistenti: S. Stasi (sez. Barletta) – L. Lanotte (sez. Barletta).

Ammoniti: Capua (S). Rais (C), Candrina (C), Morante (C).

Spettatori: 3091

Leggi anche