HomePoliticaIl piano Marshall di De Luca vale 604 milioni di euro: i...

Il piano Marshall di De Luca vale 604 milioni di euro: i dettagli

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
914,928
Totale Casi Attivi
Updated on 13 August 2022 4:01
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Ecco il piano economico-sociale del Governatore De Luca: “Abbiamo fatto un lavoro enorme. Sforzo gigantesco dal punto di vista finanziario”

Come annunciato nella giornata di ieri, nel corso dell’ormai diretta streaming, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha illustrato il piano economico-sociale, già definito “imponente“. Così aveva esordito nella giornata di ieri: “Abbiamo lavorato per mettere a punto un piano di investimenti imponente nel campo delle politiche sociali e del sostegno alle attività economiche e professionali, e sarà presentato domani mattina. Si tratta di un piano enorme, da 500 milioni di euro, che prevede interventi in aiuto alle face deboli, nelle aree dove vi sono insediamenti di immigrati (in provincia di Salerno, principalmente nella Piana del Sele n.d.r.), oltre a sostegni per le aziende del turismo e di tutte quelle che hanno subito ingenti danni dovuti all’emergenza.”

I dettagli del piano

Un piano anti-crisi da 604 milioniper dare una mano alle fasce deboli, alle famiglie in difficoltà, ai disabili, alle imprese, ai professionisti, a chi sta pagando un prezzo salato per questa emergenza. Questo piano – però avverte De Luca – non servirà a nulla se non usciremo dall’epidemia. Se in queste due settimane ci rilassiamo o adottiamo comportamenti di massa irresponsabili, noi torniamo da capo. L’appello è quello di avere il massimo di responsabilità e rigore, così da poter guardare in fondo al tunnel“.

Sburocratizzare al massimo le procedure per recapitare ai soldi a chi ne ha bisogno. Non faremo “ripetizioni” rispetto alle misure nazionali – commenta il Governatore – ma parliamo di misure aggiuntive, pensando alle imprese e ai professionisti. Sostanzialmente, con questo piano, guardiamo alla povera gente, alle imprese e ceti professionali autonomi.”

Politiche sociali

Un investimento di 272 milioni di euro per quanto riguarda le politiche sociali con la previsione dell’erogazione di un buon per coloro i quali hanno disabilità non gravissime. Questa decisione, come ha spiegato De Luca, si è resa necessaria in quanto i disabili “in forma grave” sono aiutati dai Piani di Zona. “Noi vogliamo fare di più – promette – aiutare le famiglie dove vi è un bambino autistico, quindi coprendo altre 51mila famiglie.” Per questi nuclei familiari sarà devoluto un bonus di 600 euro e la platea sarà individuata grazie al supporto delle ASL.

Prevediamo ancora anche un sostegno ai piani sociali di zona, che dovrebbero garantire le politiche sociali con contributi dei comuni, che però spesso non versano un euro. Per le disabilità gravissime per le persone non autosufficienti abbiamo stanziato 39 milioni di euro. Alla rete complessiva dei servizi sociali territoriali diamo 57 milioni di euro”.

Non vi saranno, per i prossimi due mesi, pensioni al di sotto dei 1000 euro. Vogliamo dare una mano ai cittadini che ricevono l’assegno sociale, che a volte è di circa 490 euro, per portare queste fasce più deboli, che sono soprattutto gli anziani. È un grande segnale di civiltà che vogliamo dare e che vogliamo anche presentare al Governo nazionale. Chi percepisce una pensione di 490 euro non vive in un Paese civile“. Per questi casi specifici si parla di bonus individuali di circa 500-600 euro. Tali misure si applicherebbero dal mese di maggio, anche se il Governatore ha chiesto massimo sforzo all’Inps per iniziare già dal mese di aprile.

Misure economiche in aiuto di famiglie che hanno almeno un figlio al di sotto dei 15 anni. Per queste nuclei familiari si parla di bonus dal valore medio di 400 euro: così da potersi dotare di strumenti informatici, così da favorire gli accessi ai servizi didattici e socio-educativi. Inoltre sono previsti 500 euro per ogni nucleo familiare che ha il reddito ISEE fino a 20mila euro, mentre da 300 euro per un ISEE fino a 30mila euro.

Inoltre, non manca il sostegno per le imprese: “Daremo sostegno a tutti i tipi di imprese, soprattutto quelle micro”, ha dichiarato De Luca. Per loro, la Regione Campania ha stanziato un piano da 228 milioni di euro, suddiviso tra bonus per i professionisti, lavoratori autonomi, aziende agricole e della pesca.

QUI il dettaglio completo sul Piano Sociale-Economico della Regione