Per una città sociale: i QR code per i monumenti di Salerno

Presentata oggi la conferenza stampa del progetto Per una città sociale, iniziativa patrocinata dal Comune di Salerno

Per una città sociale è il nome del progetto che è stato presentato oggi, 13 ottobre, presso la Sala del Gonfalone del Palazzo di Città. L’iniziativa, promossa da Laboratorio dei Pensieri Scomposti, Progetto Educarti e I.T.T. Focaccia e patrocinata dal Comune di Salerno, prevede l’applicazione, nei pressi di monumenti e luoghi di interesse della città, di QR code che guiderà gli utenti fornendo informazioni su ciascuno dei luoghi.

Le tre realtà coinvolte rappresentano tre momenti diversi della città:

Il Laboratorio dei Pensieri Scomposti è un’associazione rivolta al sociale che sta sviluppando da tempo, con strategie di marketing moderne, un rapporto con la città legato alla funzionalità, alla fruibilità e alla comunicazione, quella semplice e diretta;

Il Progetto Educarti è rappresentato da un gruppo di artigiani ed artisti territoriali che lavorano nel recupero storico ed artistico di Salerno realizzando una serie di eventi che vedono impegnati moltissimi giovani ormai più che emergenti;

L’Istituto Basilio Focaccia è una realtà oramai storica nella nostra città con quasi 40 anni di attività di formazione. Il supporto dell’Istituto, che vedrà coinvolti i giovani studenti del settore dell’informatica, sarà centrale rispetto all’intero progetto poiché i ragazzi realizzeranno tutto il sistema che diventerà lo scheletro principale dell’idea.

Per una città sociale

L’idea di Per una città sociale è la seguente: un progetto che metta in scena lo spazio urbano, architettonico e culturale della città di Salerno attraverso un taglio sociale ed attraverso un sistema moderno e facilmente fruibile di “Visita guidata” legata al sistema informatico dei codici QR attraverso varie tipologie di percorsi (mappe tematiche): artistico, culturale, religioso, artigianale, lavori in corso, ecc.

Un percorso di visita, singolo o in più tappe, in un viaggio tra le informazioni e la storia. Una forma quasi teatrale ma fuori dal teatro in cui lo spettatore diventa finalmente protagonista e parte attiva della sua conoscenza.

Il progetto Per una città sociale sarà applicato nei pressi di ogni realtà di interesse dei percorsi, un codice QR che automaticamente rimanderà a pagine web che guideranno l’utente fornendo indicazioni contestuali sul luogo specifico, sulla mappa del tema richiesto e offrendo la possibilità di navigare liberamente, direttamente dal posto in cui ci si trova in quel momento. Ogni pannello, inoltre, sarà geolocalizzato e contestualizzato nella mappa tematica di appartenenza; l’accesso alle informazioni sarà possibile con varie tipologie di connettività ad internet: basterà uno smartphone connesso ad internet e un paio di auricolari.

I pannelli con codice QR, del resto già inserite in importantissime città italiane, rappresentano un servizio per nulla invasivo, efficace, attraente, innovativo, e, dato da tenere in grande considerazione, assolutamente economico rispetto a tutto quello che esiste nell’alternativa di comunicazione ed informazione.

Infatti, il futuro dell’informazione turistica passa certamente anche attraverso il QR Code.