Home Cronaca Parcheggiatori abusivi a Salerno, multe anche per automobilisti

Parcheggiatori abusivi a Salerno, multe anche per automobilisti

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
186,002
Totale Casi Attivi
Updated on 23 October 2020 22:40
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Adesso a rischiare non saranno solo i parcheggiatori non autorizzati, ma anche gli incauti automobilisti. Questa la proposta in commissione a Palazzo di Città del consigliere Dario Loffredo: “Multare anche gli automobilisti che si rendono complici con la sosta”

Salerno – Il Comune di Salerno dice “stop” ai parcheggiatori abusivi, attuando una nuova strategia per arrestare il fenomeno. Questa mattina, presso Palazzo di Città, è stata accolta la nuova proposta del consigliere Dario Loffredo per per arrestare il fenomeno dilagante dei parcheggiatori abusivi. Adesso a rischiare non saranno solo i parcheggiatori non autorizzati ma anche gli incauti automobilisti.

Parcheggiatori abusivi
Parcheggiatori abusivi

Ho chiesto di sanzionare anche gli automobilisti perché in un qualche modo sarebbero complici“, ha affermato il consigliere Dario Loffredo promotore dell’incontro di questa mattina sulla problematica che ha visto la presenza dell’assessore alla Mobilità, Mimmo De Maio, e del tenente della Municipale, Carmine Novella.

In questo modo si farà da deterrente, con la Municipale che rilascerà sulle vetture in sosta abusiva il classico avviso di constatazione che annuncia la multa in arrivo.

Dalle prossime settimane in campo una vera e propria task-force che potrebbe vedere impegnate non solo i caschi bianchi dei vigili urbani ma anche lo schieramento interforze. Sette le aree monitorate: stadio Arechi, largo San Petrillo, stazione ferroviaria, piazza Cavour, via Roma , Polo Nautico e zona Crescent. Non mancheranno i verbali per le auto parcheggiate in zone non idonee e controllate dai parcheggiatori abusivi. A partire già dalla prossima settimana saranno effettuati controlli a tappeto su tutte le zone a “rischio”.