HomeTerritorioNocera InferiorePresentata la candidatura di De Maio a Sindaco di Nocera Inferiore

Presentata la candidatura di De Maio a Sindaco di Nocera Inferiore

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
507,169
Totale Casi Attivi
Updated on 3 December 2022 15:39
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Bagno di folla per la presentazione di Paolo De Maio, candidato Sindaco di Nocera Inferiore

Si è svolto ieri mattina l’incontro pubblico promosso dall’avvocato Paolo De Maio, presso il Centro comunale in corso V. Emanuele, che anticipa la presentazione delle liste e l’evento di apertura della campagna elettorale.

«Ho sempre riferito di non essere candidato a prescindere ma di essere il rappresentante di una squadra, di una coalizione ampia e che racchiude all’interno esperienze civiche e di partito, che hanno individuato nella mia persona la giusta sintesi soprattutto dal punto di vista politico tra quell’anima civica che ha ispirato e colmato di contenuti il progetto amministrativo degli ultimi anni e quella squisitamente politica e partitica capace di costruire intese e alleanze
sovraordinate indispensabili per lo sviluppo futuro di Nocera Inferiore
» – ha dichiarato in apertura il Candidato Sindaco.

Una coalizione ampia che racchiude anche le forze di sinistra rappresentate dal dottore Alfonso Schiavo, candidato Sindaco alle elezioni del 2017, e questa mattina presente. La coalizione che si riconosce nella figura guida dell’avvocato De Maio è composta da: Partito Democratico, Partito Socialista Italiano, Federazione Civica, Italia Viva, Unione di Centro e Nocera Città Solidale, forze che De Maio ha ringraziato una ad una durante il suo appassionato intervento.

«Questa coalizione è una sintesi che non si ritiene affatto definita ma da considerarsi piuttosto un laboratorio di idee e di proposte per la crescita della nostra città capace di accogliere ancora nuovi spunti, aperto a tutti coloro che si
vorranno entusiasticamente aggregare
: dalle formazioni civiche, alle associazioni, ai giovani, ai partiti e a tutti coloro che crederanno in questo progetto, anche a quelle aree politiche con cui abbiamo tanto in comune
» ha proseguito De Maio.

Rete fognaria, ampliamento della zona industriale, il finanziamento per la rotatoria allo svincolo autostradale della Salerno-Napoli, i 60 alloggi Acer (ex Iacp) a Montevescovado con i 7,5 milioni di euro per la riconversione dell’area dei prefabbricati. Un lungo discorso in cui Paolo De Maio ha ricordato gli importanti obiettivi raggiunti per il bene della città di Nocera Inferiore grazie all’amministrazione uscente, in cui ha ricoperto il ruolo di consigliere comunale, interessandosi dapprima della conoscenza approfondita della macchina amministrativa e dopo impegnandosi a intessere quelle importanti relazioni con gli enti sovraordinati che hanno permesso alla città capofila dell’Agro di non rimanere tagliata fuori da progetti e opportunità.

Classe 1972, marito e papà di due bambine, De Maio si candida a sedere sullo scranno più alto del Palazzo di Città per continuare il percorso di crescita imboccato dieci anni fa: «Abbiamo svolto un lavoro importante con le candidature ai progetti da finanziare attraverso il PNRR, grazie al quale costruiremo nuove scuole, aumenteremo l’offerta dei servizi educativi, delle mense, delle attività sportive a scuola. Ancora miglioreremo la rete della raccolta differenziata, valorizzeremo parchi e verde pubblico» ha affermato il Candidato della coalizione di centro-sinistra.

Al centro della proposta politica, alcune grandi scommesse: la caserma Tofano, innanzitutto. «Credo sia giunto il momento di chiedere la concessione della caserma in comodato da parte dell’agenzia del demanio e iniziare a vedere
la struttura come una risorsa e non più come un problema, con progetti concreti
» ha detto De Maio. E ancora scuola, ambiente, sport, periferie e sicurezza, i capitoli principali dell’impegno della coalizione rappresentata da Paolo De Maio.

«Immagino una città con il completamento delle aree industriali, in cui rimbombi il rumore delle aziende, dei bimbi che escono da scuola nel pomeriggio, delle famiglie che vivono una città pulita e dei ragazzi che possono frequentare i locali in tutta sicurezza» ha concluso De Maio