Home Attualità Una panchina rossa a Mercato San Severino contro la violenza sulle donne

Una panchina rossa a Mercato San Severino contro la violenza sulle donne

Covid-19

Italia
51,263
Totale Casi Attivi
Updated on 1 October 2020 15:24
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Inaugurata in via Vanvitelli a Mercato San Severino la panchina rossa simbolo della lotta contro la violenza sulle donne

Giovedì 5 dicembre è stata inaugurata la panchina rossa, simbolo della violenza contro le donne, in via Vanvitelli a Mercato San Severino, nello spazio antistante  il plesso scolastico di Via Municipio “don Salvatore Guadagno”.

“La panchina dipinta di rosso – spiega il primo cittadino – si riferisce alle iniziative ed alle campagne di sensibilizzazione contro i femminicidi. Una iniziativa sostenuta dalla Commissione Comunale per le pari opportunità, cui va il nostro ringraziamento per l’impegno e la dedizione, e patrocinata dall’Amministrazione Comunale”.

Nel pomeriggio, presentazione del volume “Io, lui e nessun altro”, di Anna Ansalone (sala del Gonfalone, Palazzo Vanvitelliano), moderato dalla vicepresidente della commissione comunale Pari Oppotunità, Marina Coppola, alla presenza del sindaco, della consigliera di parità della Provincia di Salerno, Anna Petrone,  dell’assessore alle pari opportunità, Michela Amoroso, con gli interventi dell’autrice del volume e della psicologa Gerardina Fimiani.

Questi appuntamenti hanno rappresentato la naturale prosecuzione, sulle medesime tematiche, della manifestazione del  25 novembre (“Non sulla mia anima”  – Centro Sociale “Marco Biagi” di Mercato San Severino), promosso da Ferdinando Cerioli  e Concetta Lombardo, egualmente su iniziativa della Commissione per le pari opportunità, alla presenza primi cittadini di Mercato San Severino, Antonio Somma e di Castel San Giorgio, Paola Lanzara.

Tre momenti di condivisione ed opportunità di riflessione – afferma Somma – dedicati alla sensibilizzazione sulla giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne,  con la partecipazione delle istituzioni scolastiche, del mondo dell’associazionismo locale, di amministratori, cittadini,  e di chi ha inteso cogliere il nostro invito ed ha aderito. Un’occasione per l’organizzazione del quale ringrazio  i promotori e coloro che hanno attivamente partecipato, dando concretezza alla ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione del 17 dicembre 1999, la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.

LiveZon
zerottonove