Archeologia: la Regione premia Nocera Superiore con 70mila euro

nocera superiore
foto: pixabay

Dai Madonnari all’antica festa del Majo, dalla Salata di San Ciro al tour nei siti archeologici della città: l’ammissione al finanziamento regionale per un importo complessivo di 70mila euro rilancia la progettazione archeologica e turistica di Nocera Superiore

Il POC (Programma Operativo Complementare) presentato dall’Amministrazione Cuofano è stato ritenuto dalla Regione Campania meritevole del maxi finanziamento a sostegno degli eventi e delle iniziative cittadine inserite nel carnet delineato nel progetto strutturato e candidato dall’Assessorato al Turismo coordinato da Giuseppe Senatore.

«Il risultato raggiunto è frutto del lavoro di tutta la squadra di governo – sottolinea il sindaco di Nocera Superiore Giovanni Maria Cuofanoperché nella stesura finale del progetto candidato a finanziamento ci sono le idee e le proposte di tutti. La premialità ricevuta dalla Regione Campania rilancia con forza tutta la componente archeologica e turistica della città perché dà linfa alle antiche tradizioni locali ed agli eventi religiosi collegati, solo per fare un esempio su tutti, alla presenza del Battistero paleocristiano o al Santuario di Materdomini. A questi itinerari abbiamo inserito nel progetto (presentato con Delibera di Giunta n.215 del 9 luglio 2019) anche momenti della tradizione come la festa del Majo e la Salata sino ad arrivare all’ormai riconosciuto concorso internazionale dei Madonnari che ogni anni conta migliaia di visitatori provenienti da ogni latitudine».

E poi conclude: «Ci auguriamo che oltre al nostro impegno giunga anche quello della Soprintendenza e dei Ministeri competenti per ciò che attiene la parte strettamente archeologica perché vogliamo rendere pienamente fruibili i nostri siti che meritano attenzione, dignità ed il giusto riconoscimento turistico».