HomeCronacaNocera Inferiore, Samara challenge: intervento polizia in asilo abbandonato

Nocera Inferiore, Samara challenge: intervento polizia in asilo abbandonato

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
208,871
Totale Casi Attivi
Updated on 3 December 2021 4:59
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

A Nocera Inferiore si è verificato l’ennesimo caso del “Samara challenge”, questa volta con degli sviluppi sconvolgenti: un ragazzo è stato ferito e un poliziotto ha avuto un malore

Un episodio più che strano accaduto ieri notte a Nocera Inferiore, complice ancora una volta il fenomeno del “Samara challenge”. Si tratta di una moda partita dal web che coinvolge più persone dedite al travestimento della terrificante bambina dai capelli lunghi e neri della trilogia di “The Ring”, provando così a seminare paura e caos in pubblico.

Questa volta, attorno alle ore 1.30 di notte, a vestire i panni di Samara sono stati due uomini che, dopo essere stati avvistati e segnalati alla Polizia dagli abitanti della zona di Piedimonte, si sono rifugiati nella scuola abbandonata di Chivoli, in via Urbulana. A seguirli, intanto, un gruppo di ragazzi armati di bastoni.

Due di loro hanno deciso di scavalcare il cancello della scuola alla ricerca dei due balordi senza riuscire, però, a trovarli. Mentre era in giro per l’istituto, un ragazzo è rimasto ferito a causa di una sedia lanciatagli addosso, arrecandogli un taglio su una gamba.

Una pattuglia è giunta sul posto verso le ore 3.00 – 3.30 per ristabilire l’ordine in zona, entrando nella struttura per realizzare un sopralluogo. Dopo qualche istante, però, un uomo delle Forze dell’ordine, probabilmente a causa della tensione e della paura che vi era nell’aria, e soprattutto per via la poca visibilità che c’era all’interno della scuola, ha subito un malore. Fortunatamente per lui nulla di grave.

La ricerca dei due uomini nascosti nell’ex asilo è proseguita, ma non ha avuto esiti positivi: le due “Samara” sarebbero scappate attraverso le uscite secondarie dell’istituto. Nel frattempo gli agenti sono riusciti ad avere a disposizione gli identikit dei fuggitivi grazie alle testimonianze rilasciate dagli altri ragazzi entrati subito dopo nella scuola. Pare, infatti, che alcuni di loro siano riusciti vedere i loro volti senza parrucca e maschera. Le indagini continuano .

Foto soggetta a Copyright Zerottonove.it

Foto soggetta a Copyright Zerottonove.it