HomeCronacaNocera Inferiore: furto all'interno del Tribunale, ladro ai domiciliari

Nocera Inferiore: furto all’interno del Tribunale, ladro ai domiciliari

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
227,985
Totale Casi Attivi
Updated on 9 February 2023 12:41
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Nocera Inferiore, tre dipendenti del Tribunale vittime di un furto. Le indagini hanno individuato il colpevole

Nell’ambito di un’attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, i Carabinieri della locale Sezione di Polizia Giudiziaria, in collaborazione con altra P.G. di Napoli, hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali – emessa dal G.I.P. del Tribunale di Nocera Inferiore su conforme richiesta della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore – con la quale è stata disposta la custodia cautelare agli arresti domiciliari a carico di I.P. residente a Montecorvino Rovella (SA), nei cui confronti il Giudice ha ritenuto sussistere gravi indizi di colpevolezza in relazione ai reati di furto aggravato commesso su cose esistenti in uffici pubblici ed esposte per necessità alla pubblica fede

I fatti risalgono alle date del 07/09/2021 e 13/06/2022, allorquando, all’interno negli uffici GIP e della Sezione Civile della Cittadella Giudiziaria di Nocera Inferiore, tre dipendenti pativano il furto dei portafogli, prelevati dalle borse personali approfittando di una momentanea assenza. 

Le indagini dirette dalla Procura e condotte dai Carabinieri della Sezione di P.G., sono state avviate nelle stesse giornate dei furti, subito dopo aver raccolto le denunce delle parti offese ed hanno riguardato una attenta e complessa analisi delle immagini di videosorveglianza degli uffici giudiziari ed una conseguente indagine tecnica. La visione delle immagini consentiva agli operanti di cogliere il modus operandi dell’indagato, il quale, dopo essere entrato nell’area della cittadella giudiziaria, si introduceva negli uffici e con molta scaltrezza realizzava i furti. 

La P.G. evidenziava come il soggetto effigiato fosse I.P. gravato da precedenti giudiziari anche specifici commessi con lo stesso modus operandi, nonché responsabile anche di altre condotte furtive perpetrate presso gli uffici della Cittadella Giudiziaria di Salerno.