Consiglio comunale di M.S. Severino: discussione sulla delocalizzazione del sito di compostaggio

Mercato San Severino consiglio comunale

Ieri sera si è tenuto in seduta speciale il Consiglio comunale di Mercato San Severino, per discutere sul tema della delocalizzazione del sito di compostaggio

Ieri sera presso il Palazzo di città di Mercato San Severino si è svolto il Consiglio comunale avente come tema la delocalizzazione del sito di compostaggio.

Dopo l’ approvazione dei verbali delle sedute precedenti, ha preso il via una forte  discussione sulla localizzazione dell’ impianto.

Il sito in questione dovrebbe essere edificato nel comune di Fisciano, al confine con i comuni di Montoro e Mercato San Severino.
Si tratta di un impianto da 32.000 tonnellate annue, che andrà a coprire un’area di circa 30.000 mq, pari in estensione all’ intero parco delle Mimose ad Acigliano. Sarà comprensivo di 29 fabbricati, giardini e viabilità interna, dimensionato per servire una popolazione di circa 250.000 abitanti, comprendendo comuni della valle dell’Irno (Fisciano, Baronissi, Bracigliano, Calvanico, Pellezzano) e molti comuni dell’Agro Nocerino-Sarnese (Sarno, Siano, Roccapiemonte, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Castel San Giorgio, Bracigliano, Angri e Pagani).

Il Comitato “Ambiente Futuro“, presente al dibattito, si propone di affrontare, analizzare e diffondere informative su problematiche di natura ambientale.
Durante l’ incontro, quest’ultimo ha dichiarato di essere bendisposto alla pratica del compostaggio, ma  non favorevole  alla realizzazione dell’ impianto per problematiche afferenti alla localizzazione, alle dimensioni, ai potenziali impatti ambientali diretti e indiretti e a tutte le altre problematiche ad esso connesse.

Dopo una lunga seduta, in cui ha preso parola l’intera giunta e non sono mancati toni accesi, si è arrivati ad una decisione all’ unanimità. La decisione in questione prevede la richiesta di revoca degli atti relativi alla localizzazione dell’ impianto di Fisciano ai confini con i Comuni di Montoro e Mercato San Severino.

Il Sindaco Antonio Somma ha chiuso l’ assise dichiarando:

“Chiediamo la Revoca degli atti messi in essere relativi alla localizzazione dell’impianto ai confini con i comuni in questione e di prestare attenzione a tutte le attività che sono poste in essere dal Comune di Fisciano e dalle eventuali altre autorità competenti in materia.

Gli impianti di compostaggio sono utili, ma non sotto le case dei cittadini!