Mezzo milione di euro per le risorse del Miur: le parole del Sindaco Lanzara

lanzara, pontecagnano

All’Ambito Territoriale S4 sono state trasferite risorse per un valore pari a mezzo milione di euro, destinate alla prima infanzia: le parole del Sindaco di Pontecagnano Giuseppe Lanzara

Sono state trasferite all’Ambito Territoriale S4, con il Comune di Pontecagnano Faiano ente capofila, le risorse relative al Fondo Nazionale per il sistema integrato di educazione e di istruzione, riparto anno 2018, in capo al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR).

L’importo è pari ad €. 561,197,17 e l’Ufficio di Piano ha programmato di destinarlo alla prima infanzia, sviluppando l’implementazione della rete territoriale dei micronidi e servizi integrativi, per bambine e bambini da 0 a tre anni, presso le strutture a titolarità pubblica.

“Accogliamo con grande soddisfazione questo trasferimento”, ha detto la Coordinatrice dell’Ufficio di Piano, dr.ssa Giovanna Martucciello. “Con i suddetti servizi gli enti locali del territorio, in sinergia con le istituzioni scolastiche, concorrono allo sviluppo dei valori di integrazione e di cittadinanza solidale, rafforzando le politiche e le azioni di inclusione. Si tratta di un’azione determinante ai fini della coesione sociale e per la prevenzione di ogni forma di disagio, in particolare nel campo dell’adolescenza e dei giovani”.

“Il sistema educativo è costituito da “luoghi” variegati ed articolati: la famiglia, la scuola, le molteplici agenzie culturali”, ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pontecagnano Faiano, Paola Manzo, che ha così proseguito: “Partendo dai servizi alla prima infanzia, allarghiamo, a cerchi concentrici, il dialogo educativo, coinvolgendo attivamente, con il loro specifico contributo e la ricchezza del loro patrimonio esperienziale, le persone e le istituzioni”.

Di particolare significato politico-istituzionale la dichiarazione del Sindaco del Comune capofila, Giuseppe Lanzara: “Concentriamo tutti i nostri sforzi nella direzione dell’implementazione e dello sviluppo dei servizi alla persona. Nel dibattito in corso sulle autonomie, i territori del Mezzogiorno devono dimostrare capacità di spesa, qualità nell’attuazione e nell’erogazione dei servizi, al fine di non subire penalizzazioni sul piano della distribuzione delle risorse, nell’ottica del giusto equilibrio e della coesione nazionale. L’Amministrazione Comunale di Pontecagnano Faiano, nell’ambito del sistema sociale locale e regionale, è in prima fila in questa decisiva azione politica di sviluppo sociale e di progresso democratico”.