Mercato San Severino, il Consiglio Comunale ha approvato il decreto spalma debiti

mercato san severino consiglio
mercato san severino consiglio

Si è svolto poche ore fa a Mercato San Severino il consueto consiglio comunale locale durante il quale si è discusso degli importanti cambiamenti in arrivo per la città. Primo fra tutti in ordine di tempo, l’approvazione del decreto spalma debiti

Si è svolto nella giornata di oggi il consueto consiglio Comunale di Mercato San Severino da cui è scaturita la definitiva approvazione del decreto spalma-debiti.

Un incontro lampo, quello di questa sera, sono stati affrontati i cinque punti all’ordine del giorno, tra cui:

  • L’approvazione dei verbali delle sedute precedenti;
  • La già citata adesione al decreto spalma debiti. Entro i 45 giorni dall’approvazione saranno presentati i numeri e verrà sancita la possibilità per il Comune di avere un piano di riequilibrio che si vada ad estendere fino ai 20 anni;
  • Il decreto fiscale 148;
  • La modifica del regolamento sulle entrate comunali, con attenzione all’ art 15 ;
  • La  modifica del regolamento sagre.

In merito alla riformulazione del piano di riequilibrio comunale il vice sindaco Luciano Lombardi ha dichiarato: “Come è chiaro siamo in presenza di un’opportunità per l’ente di allargare le cosiddette maniche strette del precedente riequilibrio decennale che di fatti potrebbe avere termini non appropriati con una quota di disavanzo annuale che di fatto andrebbe a dimezzarsi lasciando quindi spazio ad un più congeniale rientro di quelle che è il disavanzo e lasciando anche spazio ad altri interventi che consentano a questo ente comunale di ripianare quelle che sono le perdite degli anni precedenti e al tempo stesso di ripartire con altri interventi che consentano alla città di raggiungere quella che è la dimensione che tutti ci auspichiamo. È inoltre doveroso tener conto dei parametri per valutare la possibilità di riformulare l’ente. Ciò che si chiede alla corte dei conti è la riformulazione del piano d’equilibrio finanziario predisposto dal commissario straordinario e di trasmettere l’eventuale delibera di approvazione agli organi competenti per fare in modo che si vada ad attestare la volontà da parte dell’ente di avvalersi di questa facoltà di riformulazione per dare il via ai 45 giorni di tempo per presentare il piano di riequilibrio”.

Successivamente in risposta al vice sindaco Lombardi ha poi preso la parola il consigliere del M5S Annalucia Grimaldi che ha dichiarato: “Questa durata ventennale intaccherà il rapporto tra passività e spesa di oltre 100% per tanto io mi chiedo per avere un allungamento di questo piano è stato valutato questo rapporto con dati oggettivi? Gli obiettivi del bilancio 2017 sono stati raggiunti? E la valutazione del capo area su quale base è stata fatta? Se lei crede che questo piano di riequilibrio sia un beneficio per l’ente e per i cittadini ciò significa che sono stati verificati tutti i contenziosi in essere e che d’ora in poi i debiti fuori bilancio saranno controllati o addirittura non ci saranno? Vi sarà quindi un abbassamento della aliquota di tassazione o la situazione attuale invece che per 10 anni la dovremmo sopportare e supportare con le tasche dei cittadini per altri venti anni?”

Il consigliere Cavaliere ha tenuto a precisare che: “Questa è solo una volontà che in questo momento sta esprimendo il consiglio comunale per aderire o meno a quello che noi chiamiamo volgarmente lo spalma-debiti; noi non stiamo esaminando i conti, i debiti di bilancio  o tutto ciò che lei sta chiedendo questa è una seconda fase; pertanto credo non sia questa la sede per esaminare le domande che lei sta ponendo. Vi sarà solo successivamente ad un eventuale approvazione una commissione bilancio che poi esaminerà il riequilibrio che sarà rielaborato”. 

Successivamente ha preso la parola il Consigliere di Maggioranza Vincenzo Bennet che ha dichiarato: “Credo che questa sia una grande opportunità per il comune di Mercato San Severino e per l’avvio di una nuova fase di responsabilità per il bene della nostra città; non dobbiamo nasconderci dietro un dito e sapete che andremo ad evitare una situazione disastrosa con un disavanzo al di fuori della norma; per tanto io ritengo che non si possa fare altro che ringraziare il governo nazionale che ci concede questa possibilità. Tale possibilità non è solo spalmare il debito su più anni ma è anche un modo per liberare delle risorse che vengono utilizzate per fare investimenti che altrimenti sarebbero stati bloccati nel nostro comune per i prossimi dieci anni. Per me investire significa creare nuove opportunità, creare sviluppo e soprattutto creare lavoro. Io penso che quest’ultimo sia una cosa fondamentale: creare lavoro per i nostri giovani e per la nostra città ma soprattutto per coloro che hanno perso quest’opportunità in questi anni di crisi”.

“Questo atto “ – hanno spiegato il sindaco Antonio Somma e l’assessore Luciano Lombardi – “ci consente di avere maggior spazio per gli investimenti e per valutare un ritocco verso il basso della pressione fiscale a carico dei contribuenti”.

Un concetto sposato anche dal capogruppo del Partito Democratico, Enzo Bennet che ha lanciato un segnale atteso da tutti per dare avvio ad un governo delle larghe intese.

Nei prossimi giorni, infatti, dovrebbero essere firmati i decreti di nomina dei nuovi assessori. Secondo primissime indiscrezioni però nulla è ancora certo e bisognerà aspettare il giorno, qualora dovesse arrivare, del rimpasto della giunta quando per il comune di Mercato San Severino potrebbe aprirsi una nuova stagione politica.