Home Attualità Mercato San Severino, tutto pronto per la riapertura delle case dell'acqua

Mercato San Severino, tutto pronto per la riapertura delle case dell’acqua

Covid-19

Italia
15,255
Totale Casi Attivi
Updated on 2 July 2020 8:22
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Spetterà alla società Acquatec di Nola il compito di garantire l’erogazione dell’acqua per le due strutture situate a Costa di Mercato San Severino e nel capoluogo irnino

Si è conclusa senza intoppi la procedura ad evidenza pubblica emanata dal Comune di Mercato San Severino e relativa all’assegnazione della gestione delle due strutture destinate all’erogazione dell’acqua pubblica situate rispettivamente in “Via San Lorenzo” di Costa ed in “Via Giovanni Falcone”, per quanto concerne il capoluogo.

- Advertisement -

Nella giornata di ieri è stato sottoscritto il contratto con l’Acquatec di Nola, la società che si è aggiudicata la gara, ed a cui spetterà il compito di rimettere in funzione le due case dell’acqua che erano ferme da diversi anni.

“Presto le casette saranno riattivate a pieno regime”– ha affermato il vicesindaco Gerardo Figliamondi, delegato alla manutenzione del patrimonio, al decoro ed all’igiene urbana- “ma non prima che siano stati completati i lavori per la riapertura. La ditta attualmente  si occupa della manutenzione di circa settanta casette in tutta la Campania e provvederà, per conto del nostro Comune, alla riattivazione ed alla gestione per sette anni, dei nostri  due impianti ubicati sul territorio comunale. Non è stato semplice, ma ora siamo felici di poter riattivare questo servizio così importante. Le strutture saranno attive 24 ore su 24 ed erogheranno acqua refrigerata, liscia e gassata, al costo di 5 centesimi per litro”.

“Abbiamo ascoltato le istanze di molti concittadini”– ha successivamente aggiunto il Sindaco di Mercato San Severino Antonio Somma- “che ci hanno richiesto a gran voce la riattivazione del servizio. Lo scopo e l’obiettivo sostanziale consistono nel ridurre l’utilizzo delle bottiglie di plastica da smaltire, con notevoli benefici per le attività di riciclo, per l’ambiente e per il contenimento della spesa,  oltre alla disponibilità di acqua potabile a costi convenienti. Una buona pratica, dunque,  per la Comunità, ancora una volta a tutela ed a salvaguardia dell’habitat.”
 

LiveZon
zerottonove