Mercato San Severino, attività sportiva gratuita per famiglie meno abbienti



mercato san severino

Sport solidale, sul sito del Comune di Mercato San Severino l’avviso pubblico. Il comune promuove l’attività sportiva gratuita per minori appartenenti a famiglie meno abbienti

Il Comune promuove e favorisce l’attività motoria e sportiva gratuita a favore di minori residenti a Mercato San Severino ed appartenenti a famiglie meno abbienti, chiedendo, anche quest’anno, l’adesione di società ed associazioni sportive ad un avviso pubblico.

L’Amministrazione Comunale che ho l’onore di presiedere – dice il Sindaco Antonio Sommacon l’obiettivo di attivare forme di collaborazione e sussidiarietà tra i soggetti pubblici e privati, ha invitato, con apposito avviso pubblico, le società e le associazioni sportive operanti nel territorio a consentire lo svolgimento della pratica sportiva, a titolo gratuito, ai bambini interessati. I sodalizi che aderiranno  all’iniziativa, promossa e coordinata dall’assessorato alle politiche sociali, accoglieranno presso le proprie strutture  questi minori, appartenenti a nuclei economici disagiati”.

Gli operatori del mondo dello sport interessati che intendano offrire il proprio contributo, in maniera volontaria e gratuita – aggiunge il primo cittadino – devono presentare istanza di manifestazione di interesse al progetto all’Ufficio Politiche Sociali, entro e non oltre quindici giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso, rinvenibile sul sito istituzionale del Comune”.

Nella comunicazione – riferisce l’assessore alle politiche sociali, Giuseppe Albanooccorrerà indicare il numero dei minori che si intende accogliere e sostenere, oltre al giorno ed alle ore disponibili. Il progetto avrà inizio con l’avvio del nuovo anno scolastico. Sport solidale viene messo in campo per il secondo anno consecutivo, dopo i buoni risultati dell’anno passato”.

Il Comune – chiude il sindaco – considera una assoluta e doverosa priorità promuovere e favorire l’attività motoria e sportiva gratuita a vantaggio di minori appartenenti a famiglie meno abbienti. Colgo l’occasione per ringraziare le associazioni sportive e le società che hanno partecipato l’anno scorso e quelle che aderiranno nel 2019 all’iniziativa, manifestando sensibilità verso un’idea che vuole avvicinare alla pratica sportiva appartenenti a categorie e fasce in condizioni di disagio sociale ed economico, e palesando sostegno per un’idea che ha respiro di accoglienza e sensibilità”.

Leggi anche