Matti per l’Orto, si riaprono le assegnazioni di terreno a Cava de’ Tirreni

orto cava

Il modello per la richiesta è disponibile presso l’U.R.P. – Ufficio Relazioni con il Pubblico al Palazzo di Città o scaricabile dal sito web istituzione del Comune di Cava de’ Tirreni

Entro le ore 12 del 30 marzo prossimo, è possibile presentate la domanda per concorrere all’assegnazione degli appezzamenti di terreno di proprietà comunale, nell’ambito del Progetto Matti per l’Orto promosso dal Comune di Cava de’ Tirreni.

Il modello per la richiesta è disponibile presso l’U.R.P. – Ufficio Relazioni con il Pubblico al Palazzo di Città o scaricabile dal sito web istituzione. La domanda, con la relativa documentazione compilata e allegata, deve essere consegnata all’URP oppure inviata tramite pec all’indirizzo: amministrazione@pec.comune.cavadetirreni.sa.it.

I sessanta appezzamenti di cui dispone il Comune di Cava sono ubicati:

  • dal n. 1 al 20 alla frazione Pregiato;
  • dal n. 21 al 30 in via Paolina Craven alla frazione Castagneto;
  • dal n. 31 al 50 in via Palazzo alla frazione San Cesareo;
  • dal n. 51 al 60 in via O. Di Benedetto.

“Da una ricognizione effettuata, molti degli orti che furono assegnati non sono più utilizzati  – afferma l’Assessore ai Servizi Sociali, Antonella Garofalo – e quindi apriamo alla possibilità di riassegnarli. Con il progetto degli orti puntiamo a tre finalità: sostenere e promuovere l’integrazione sociale di persone con disagio mentale, disabilità e minori a rischio; favorire l’impiego del tempo libero alle persone con oltre 65 anni di età, con particolare attenzione a quelle più svantaggiate; recuperare, rendere fruibili e produttive per piccoli fabbisogni, queste aree frazionali”.