Massimo Cariello contro Alfonso Signorini: lettera di protesta contro Canale 5



Massimo Cariello contro Alfonso signorini: lettera di protesta contro Canale 5

In seguito alle infelici dichiarazioni di Alfonso Signorini, Massimo Cariello ha inviato una lettera di protesta a Canale 5

Il Sindaco di Eboli, Massimo Cariello, ha inviato una lettera di protesta all’emittente televisivo Mediaset, in seguito all’affermazione del giornalista e opinionista Alfonso Signorini, durante la trasmissione “Grande Fratello Vip”.

Il Primo Cittadini ebolitano avrebbe impugnato la dichiarazione infelice del giornalista: “Guardando allo spaccato di questa casa ci sembra di assistere ad una Italia ferma ad Eboli, un’Italia arretrata.Cariello ha ribadito l’importanza e il valore della storia della città di Eboli che, secondo le parole del giornalista, sono state messe in un secondo piano.

La risposta del Sindaco è stata perentoria: “Voglio ricordare a Signorini che Eboli è una città dall’antica storia fatta, soprattutto, da conquiste civili e traguardi sociali. È una terra che annovera intellettuali di primo livello, alcuni dei quali hanno segnato la storia.”

Avamposto della civiltà” – definisce Eboli il Sindaco Cariello per criticare l’arretratezza invece esplicitata da Signorini. “Difendo la mia terra, la mia città e la mia comunità, quarantamila cittadini residenti che non possono sentirsi definiti figli di un’Italia arretrata. Invito Signorni a visitare la nostra città, ricca di storia e fermenti culturali.

Leggi anche