Luca Galdi risponde per le rime a Moscatiello

Duro comunicato stampa di Luca Galdi, neo Consigliere eletto di Valiante: “Stanchezza e disperazione di chi sa di aver fallito

luca galdi

Si entra finalmente nel vivo della campagna elettorale per la nuova poltrona di Sindaco della Città di Baronissi.  Nell’attesa che si delinei chiaramente il gioco delle possibili alleanze, il ballottaggio tra Giovanni Moscatiello e Gianfranco Valiante si è acceso con  due conferenze stampa “post primo turno”.

Incontro con la stampa “di fuoco” quella consumato ieri dal primo cittadino uscente Moscatiello, che ha scatenato nell’ambiente politico irnino non poche reazioni.

A prendere la parola con un comunicato stampa è stato Luca Galdi, consigliere eletto ( a prescindere dall’esito del ballottaggio n.d.r.)  nelle liste di Civico Uno Baronissi con un totale di 378 preferenze.

Dalla Conferenza stampa del Sindaco uscente – afferma Luca Galdi – emerge un chiaro messaggio di stanchezza e disperazione di chi sa di aver fallito, di chi sa di aver tradito il suo elettorato (ha perso il 20% dei consensi rispetto al 2009), di chi sa di non aver ascoltato le difficoltà delle imprese, dei commercianti e di chi non ha avuto abbastanza tempo per ascoltare e ricevere le istanze dei cittadini“.

Mi fa pena- continua il neo consigliere eletto– guardare il primo cittadino, che si sforza di sorridere, stringere la mano, incontrare i tanti imprenditori che ha dimenticato in questi ultimi cinque anni.  Chi vuole rimanere a tutti i costi alla guida dell’Ente e per questo si definisce di sinistra, ma si presenta alla competizione elettorale con dei simboli di destra; il suo è uno stato confusionale che  dimostra chiaramente il cortocircuito“.

La nostra squadra -prosegue Galdi – è composta da tante persone che si sono sempre contraddistinte per la trasparenza, la solidarietà, l’impegno nel sociale e nelle loro attività professionali.  Il nostro progetto politico si distinguerà per la vicinanza alle imprese ed ai commercianti, per la vicinanza alle famiglie ed ai loro bisogni, permetterà a tutti la partecipazione democratica e senza nessuna pressione sulle scelte che la comunità dovrà fare”.

Particolarmente duro il passaggio sull’argomento della legalità.

Voglio  inoltre precisare – conclude Luca Galdi nel suo comunicato stampa –  che il sottoscritto non ha mai e mai farà una lettera anonima agli organi di Giustizia perché  abituato ad entrare in questi ambienti dalla porta principale contribuendo all’affermazione sul nostro territorio del principio della legalità, a differenza di qualche altro che ha scelto la via breve della prescrizione dei reati in merito di corruzione aggravata per un atto contrario ai doveri d’ufficio, concussione tentata e consumata, abuso d’ufficio. Le affermazioni di Moscatiello, tanto calunniose quanto diffamatorie, violano senza ombra di dubbio il codice penale. Tuttavia, non intendo perseguire la via giudiziaria, ritenendo le stesse degne della massima commiserazione perché proferite da una persona inesorabilmente avviata verso il viale del tramonto“.