Home Eventi Linea d'ombra, il festival sul cinema dal 24 al 31 ottobre a...

Linea d’ombra, il festival sul cinema dal 24 al 31 ottobre a Salerno

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
203,182
Totale Casi Attivi
Updated on 24 October 2020 18:41
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

“Linea d’ombra” è il festival che si terrà a Salerno dal 24 al 31 ottobre. Numerosi sono gli ospiti provenienti dal mondo del cinema

Questa mattina si è tenuta presso il Salone dei Marmi di Palazzo di Città la conferenza stampa di presentazione del festival “Linea d’ombra”. Sono intervenuti il presidente e fondatore del festival Peppe D’Antonio e il direttore artistico Boris Sollazzo (giornalista, critico cinematografico e scrittore). Hanno inoltre partecipato il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli e l’Assessore alla Cultura Antonia Willburger. Presenti anche i partner dell’evento Nexsoft Banca Campania Centro nelle persone di Corrado Montoro e Federico Del Grosso.

“Linea d’ombra” è il festival sul cinema giunto alla XXV edizione. Un festival importante nel settore, che può essere il punto di partenza per fronteggiare il periodo di crisi che l’Italia sta vivendo a causa del Covid-19. Ed è proprio “crisi” il tema scelto per l’edizione 2020 del festival. Un’edizione particolare, che si svolgerà attraverso la partecipazione fisica alternata a quella virtuale. Oltretutto forte sarà la partecipazione di ospiti provenienti dal panorama cinematografico italiano.

La conferenza stampa di presentazione

Durante la conferenza stampa di presentazione il presidente Peppe D’Antonio ha ringraziato le istituzioni locali, regionali e i partner Nexsoft e Banca Campania Centro. Proprio il presidente del comitato esecutivo di Banca Campania Centro, Federico Del Grosso, ha raccontato come quella tra la banca e Linea d’ombra sia “Una partnership fortemente voluta”. “Abbiamo pensato di descrivere il nostro territorio -ha poi aggiunto Del Grossoe Linea d’ombra ha inserito nella programmazione la nostra rubrica “Pillole di successo”. Una rubrica in cui parliamo dei nostri imprenditori che hanno avuto successo anche grazie al contributo di Banca Campania Centro. Inoltre attiveremo dopo il festival un contest attraverso cui i giovani soci, grazie a Linea d’ombra, gireranno dei docu-film in cui parleranno del territorio

Tanta motivazione trapela dalle parole dell’Assessore Antonia Willburger :”La cultura deve continuare, Linea d’ombra da 25 anni è un saldo contenitore culturale della nostra città e di questo siamo fieri“. L’assessore, riallacciandosi al tema del festival, ha aggiunto: “La crisi è un momento di rottura. Gli operatori culturali hanno la possibilità di superare i limiti imposti dal momento che stiamo vivendo e trovare nuove aperture, nuove strade. Ci dobbiamo reinventare.”

Ultimo ad intervenire è il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, il quale ha sostenuto che “Linea d’ombra si propone in una logica interessante, innovativa, che contribuirà in futuro ad una rilettura e un ridisegno della partecipazione alle iniziative culturali“. Il primo cittadino ha poi dichiarato: “Ci troviamo davanti ad un salto di paradigma, che ci proviene dalla questione Covid così come dalle trasformazioni sociali. Linea d’ombra ci aiuterà ad interpretarlo“. Vincenzo Napoli ha concluso il suo intervento con gli auguri e i ringraziamenti a Linea d’ombra: “Mi auguro che Linea d’ombra possa segnare i successi che ha segnato nel passato, ma con un passo in più. L’amministrazione trae vantaggio dall’azione del festival. Per cui porgo un grande ringraziamento a Linea d’ombra.”

linea d'ombra

La struttura del festival

“Linea d’ombra” metterà a confronto produzioni audiovisive provenienti da 40 paesi. I film in concorso saranno 100, selezionati tra i 7800 giunti alla direzione artistica. Le sezioni in concorso sono cinque: Passaggi d’Europa, LineaDoc, CortoEuropa, VedoAnimato e VedoVerticale. Il direttore artistico Boris Sollazzo ha dichiarato: “Abbiamo deciso di reintrodurre il concorso dei film di finzione, che sono di solito cannibalizzati dai grandi festival. C’è stata immediata fiducia nelle produzioni e nei registi“.

Le location di quest’anno saranno tre: la Sala Pier Paolo Pasolini, la Fondazione Menna – Centro Studi d’Arte Contemporanea, e il Giardino della Minerva. Presso lo storico Giardino salernitano si terrà un laboratorio sull’audiovisivo finalizzato alla realizzazione di un documentario sulla Scuola Medica Salernitana. L’obiettivo sarà quello di supportare la candidatura della Scuola Medica Salernitana a sito dell’UNESCO. A tal proposito, durante la conferenza l’Assessore Willburger ha annunciato che “A breve avremo il protocollo d’intesa sulla presentazione di una eventuale candidatura al beni materiali dell’Unesco“.

Tutte le info e il programma dettagliato sono disponibili sul sito del “Linea d’ombra”.

Gli ospiti

Durante gli otto giorni in cui si terrà il “Linea d’ombra” non ci saranno solo proiezioni, ma anche incontri con illustri personaggi del cinema e non solo. Il direttore artistico Boris Sollazzo in conferenza stampa si è così espresso: “Nonostante il momento storico difficile il cinema italiano ha risposto bene assicurando la propria partecipazione“. Dunque ad aprire il festival sarà Jasmine Trinca, poi seguiranno gli appuntamenti con Alessandro Borghi, Francesco Bruni, Lillo Petrolo,Elio Germano. E ancora Mauro Mancini, Sara Serraiocco, Luka Zunic, Emiliano Morreale, Marcello Ravveduto, Diego De Silva, Camilla Baresani. Nella serata di chiusura interverranno Pivio De Scalzi e Roberto Angelini. Gli incontri saranno live e saranno anche trasmessi in streaming sul canale dedicato del festival (www.lineadombrafestival.video).

Un festival in sicurezza

Al fine di consentire al meglio  lo svolgimento del festival “Linea d’ombra”, per tutti gli eventi in programma è obbligatorio prenotarsi. La prenotazione è gratuita e online sul sito www.lineadombrafestivl.it. Non mancheranno, inoltre, gli interventi di sanificazione.