Legambiente Valle dell’Irno: I 25 anni di Frassineto

Legambiente Valle dell’Irno festeggia i 25 anni di gestione dell’Oasi Naturalistica di Frassineto promuovendo un convegno sulla questione delle aree protette

In occasione dei 25 anni di gestione dell’area Naturalistica di Frassineto, Legambiente Valle dell’Irno, ha promosso, domenica 22 giugno, un convegno dal titolo “I 25 anni di gestione dell’Area naturalistica di Frassineto e la questione delle aree protette”.

LegambienteL’incontro, moderato dal nostro giornalista di Zerottonove.it Luca Scafuri, è stato l’occasione per festeggiare l’importante traguardo raggiunto e per riflettere sul futuro del Parco dei Monti Picentini, comprese le aree protette del comprensorio delle provincie di Salerno e Avellino.

Con delibera del Consiglio Comunale di Fisciano nell’agosto del 1989 viene istituita L’Area Naturalistica di Frassineto che, attraverso l’impegno continuo dei soci, dopo anni di abbandono e degrado, restituisce il giusto valore naturalistico all’area, realizzando numerose opere come la casa-museo, i percorsi didattici e sportivi e promuovendo iniziative con finalità educative, ecologiche, folcloristiche e non solo.

Nell’ambito del convegno, inaugurato dal sindaco del comune di Fisciano Avvocato Tommaso Amabile, è stato firmato il rinnovo della Convenzione fra il Comune di Fisciano e Legambiente Valle dell’Irno siglato dalla presidente di Legambiente Valle dell’Irno Cristina Iuliano e dal responsabile tecnico del Comune di Fisciano, architetto Angelo Aliberti.

 GIUGNO 2014 136

«Da questa sottoscrizione riparte una collaborazione che speriamo possa GIUGNO 2014 112irrobustirsi nel tempo e portare ancora migliori e più rosei risultati – queste le parole del primo cittadino di Fisciano- Frassineto è una realtà che rappresenta un grande patrimonio per il nostro territorio, da pubblico amministratore ho il dovere di mantenere alto il livello di attenzione sull’Oasi, anche se non è sempre facile, cerchiamo di dare risposte concrete, mantenendo sempre viva la collaborazione con Legambiente, che rappresenta una garanzia per continuare a fruire di un’area naturalistica di altissima qualità».

Un impegno, quello assunto dal sindaco Amabile, condiviso anche dall’Assessore all’Ambiente Dottor Rosario Pacifico che si complimenta con Legambiente Valle dell’Irno, per il lavoro profuso in questi anni, rivolgendo un particolare ringraziamento al responsabile del Parco Frassineto, Alfonso Siano.

 GIUGNO 2014 139«Il rinnovo della convenzione -afferma Pacifico testimonia il legame stretto con Legambiente, siamo interessati alla tutela dell’Oasi che è il polmone verde per eccellenza di tutta la Valle dell’Irno di cui dobbiamo essere orgogliosi».

Presenti al convegno, in rappresentanza della giunta comunale di Fisciano anche il Vicesindaco Alfonso Ruggiero e l’assessore al Bilancio Franco Gioia.

Il parco registra anno dopo anno un numero sempre crescente di presenze, tra giovani, famiglie e scolaresche, ciò è motivo di grande soddisfazione che spinge Legambiente Valle dell’Irno a proseguire le sue attività nonostante le numerose difficoltà:

«Per sperare in un futuro sempre più rosei dell’area, che consenta il superamento delle tante criticità, come i fenomeni furtivi, il taglio abusivo, l’abbandono di rifiuti; avvertiamo la necessità di una politica che ci appoggi e che sia sempre più politica ambientale e sempre meno legata ai colori di partito».

Queste le parole di Cristina Iuliano che invita tutti i presenti a sostenere Frassineto attraverso la tessera “Amico del Parco”:

«Il contributo delle istituzioni spesso non basta, attraverso la nostra tessera chiediamo l’aiuto di una cittadinanza attiva, che con un versamento volontario, contribuisca, in modo concreto, alla gestione dell’area per garantirle un futuro più luminoso».

GIUGNO 2014 120

GIUGNO 2014 116

Tanti i temi trattati nell’ambito del Convegno a cui hanno preso parte i rappresentanti delle diverse associazioni Naturalistiche della regione Campania:

Pasquale Raia – (Responsabile Regionale Aree protette Legambiente) ha sottolineato l’importanza della conservazione della Biodiversità e la necessità della creazione di una rete di parchi che collaborino a tal fine; La questione della gestione dei Fondi Europei e della volontà di non arrendersi alle difficoltà sono al centro degli interventi di Fabrizio Canonico – (Direttore Oasi degli Astroni WWF) e Vincenzo Cavaliere (CRAS- Centro Recupero Animali Selvatici).

Michele Buonomo – (Presidente Legambiente Campania), invita, infine, a rivalutare le bellezze del nostro Paese e soprattutto della Campania, che non deve essere più additata come Terra dei Fuochi ma deve riscoprire e mettere in campo le sue qualità di eccellenza e biodiversità.

La festa del venticinquennale è proseguita, dopo il convegno, con un buffet offerto dall’Azienda Agricola Biologica Barone Antonio Negri e con la musica popolare dell’associazione A Voce D’o popolo.