L’Associazione Exedra riparte da Velia

Un chiaro messaggio che va in direzione della promozione territoriale e che si inserisce all’interno del progetto “Rete Siti Unesco – Percorsi innovativi per l’accesso personalizzato ai territori dei siti Unesco del Sud Italia”.

Cava de’ Tirreni, 06 giugno 2019. Si tratta di una vera e propria perla del Cilento, certamente famosa per gli scavi, ma che ospita, all’interno del proprio ecosistema turistico storia, arte, cultura e natura. La contrada di Ascea, nota località turistica in provincia di Salerno, inserita all’interno del portale patrimonidelsud.net, vedrà la concreta possibilità di ampliare i propri orizzonti attraverso una serie di strategie di valorizzazioni innovative.

Da qui alla partnership tra l’associazione Exedra e l’ente Provincia di Matera, tandem che si pone l’obiettivo di dare uno slancio al Cilento.

“Proprio per questo siamo scesi in campo – dichiara il presidente dell’associazione Exedra Emanuele Pisapia – Importante è tenere fede alla mission del sodalizio che sta intraprendendo una nuova strada, puntando sulla valorizzazione dei territori, dall’offerta turistica all’incoming internazionale – conclude poi Emanuele Pisapia – Puntiamo su Velia sì per le potenzialità territoriali, ma anche per ampliare un’offerta a favore di territori che meritano di essere conosciuti a livello internazionale”.

L’associazione Exedra coglie anche l’occasione per comunicare il rinnovamento del Consiglio Direttivo attualmente formato da Emanuele Pisapia (Presidente ed esperto di comunicazione e web marketing), Alfredo Maria Gravagnuolo (Segretario, Phd in Biotecnologie Molecolari e Industriali all’Università degli Studi di Napoli “Federico II”), Mario Ferrara (Tesoriere, esperto in sviluppo di progetti ad alto contenuto tecnologico multicanale), Annalisa Milione (Travel-blogger, esperta in comunicazione e promozione territoriale) e Luisa Antonelli (Responsabile Rete, consulente professionista in ambito turistico-alberghiero e promotrice di eventi e progetti di rivalutazione territoriale).

Patrimoni del Sud

Che il sud Italia sia un patrimonio è ormai cosa nota. Patrimoni del sud, in tal senso, si inserisce all’interno della progettualità UNESCONET, con la volontà di evidenziare luoghi e tradizioni ben precise: Parco del Cilento e Vallo di Diano, Velia, Paestum, Costiera Amalfitana, Certosa di Padula, Siracusa e le Necropoli di Pantalica, Santuario Garganico di San Michele a Monte Sant’Angelo, Trulli di Alberobello, Reggia di Caserta, Parco della Reggia di Caserta, Acquedotto del Vanvitelli, Complesso monumentale e chiesa di Santa Sofia Benevento, Villa Romana del casale di Piazza Armerina, le città tardo barocche della Val di Noto di Palazzo Acreide e Noto, Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale, I Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri di Matera, Castel del Monte, Villaggio nuragico di Barumini, Complesso di San Leucio.

L’obiettivo è quello di realizzare un sistema di promozione che sia catalizzatore di servizi ed informazioni e che supporti la maggiore accessibilità, la distribuzione di conoscenza, servizi reali al turismo e, di conseguenza, la maggiore affluenza di turisti nelle aree del progetto.

Exedra

L’associazione Exedra è una ONLUS che nasce, nell’aprile 2016 come associazione di promozione sociale, con la volontà di perseguire attività di volontariato, supporto ed assistenza ad enti per il miglioramento delle attività di promozione sociale. Sita a Cava de’ Tirreni (SA), Exedra ha contribuito alla realizzazione di molteplici progettualità, così come ottenuto diversi riconoscimenti.

Dal marketing territoriale alle attività di crowdfunding, l’associazione ha un raggio d’azione diversificato e vasto. Non manca la volontà di fare rete con le altre realtà attive sul territorio con le quale Exedra, in sinergia, promuove iniziative di promozione sociale, sensibilizzazione e di cooperazione. In questo senso è importante ricordare l’intesa con la coop. Cava Felix in seno alla progettualità “La Rete”.

Non manca la collaborazione con la Caritas Diocesana di Amalfi – Cava con la quale Exedra si è mostrata parte attiva di importanti attività. Basti pensare al Dossier sulla povertà ove ha fornito supporto per la raccolta dati. L’associazione è vicina al mondo della cultura e dell’istruzione.

A gennaio infatti ha condiviso un’attività di crowdfunding per l’acquisto di materiale informatico a favore del 3° Circolo didattico di Cava de’ Tirreni. Contemporaneamente ha realizzato il progetto www.ilparcodegliaromi.it per promuovere la creazione di uno spazio attrezzato per la Scuola della SS Annunziata di Cava de’ Tirreni promossa dal collettivo vincitore del contest #WeLoveCava Cava Storie.

A valle di tutto ciò Exedra vuole rappresentare un faro importante sul territorio, ma soprattutto valorizzare le potenzialità delle realtà e dei luoghi.