La nuova edizione di VinArte a Salerno: perché l’arte passa attraverso un buon bicchiere di vino

L’Associazione culturale “Salerno Attiva ‐ Activa Civitas“, con il patrocinio del Comune di Salerno e con la partecipazione della Scuola Europea Sommelier – Salerno, organizza nei giorni di giovedì 7, venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 Marzo, la 2° edizione della manifestazione eno‐culturale denominata “VinArte”.
La struttura che ospiterà l’evento è il prestigioso Archivio dell’Architettura Contemporanea sito nei pressi del Corso Vittorio Emanuele, in via Porta Elina a Salerno.


Il Vino come opera d’arte e l’arte come mezzo per comunicare il vino: questo è il fil rouge che guida l’associazione culturale Salerno Attiva attraverso l’organizzazione di tale evento, volto soprattutto a promuovere da un lato l’arte contemporanea di affermati artisti locali e di giovani artisti desiderosi di mostrare il proprio talento, e dall’altra a presentare, attraverso una sobria degustazione, le migliori cantine vitivinicole del nostro territorio campano.

In questa edizione esporranno i seguenti artisti:

Damiano Durante (Kosma) – pittura
Pasquale D’Auria – origami
Danio 19 e Flo – graffiti
Barbara Lotoro ‐ candele artistiche
Cesare Minucci – scultore
Lucilla Nitto – fotografia
Antonio Perotti – designer
Santa Rossi – pittura
Marzia Rossini – preziosi d’arte
Flavia Sarracino – pittura
Aniello Scannapieco – scultura
Andrea Tabacco – pittura
Marco Vecchio – scultura
Stefania Vecchione – designer
Ugo Villani – fotografia

Mentre le cantine presenti sono:
Feudi di San Gregorio
Santacosta
Viticoltori De Conciliis.

Particolare presenza sarà quella riservata all’Istituto Tecnico Agrario “Francesco De Sanctis” di Avellino, antica scuola di enologia e viticoltura fondata nel 1879, che oltre a promozionare i propri vini, prodotti nei propri laboratori, illustrerà ai visitatori di “VinArte” l’intero percorso di trasformazione dell’uva in vino.
Inoltre i ragazzi dell’istituto tecnico agrario si soffermeranno a spiegare, agli appassionati o semplici curiosi di qualsiasi età, le generalità, le caratteristiche e le note organolettiche dei vini irpini da loro prodotti.