Il movimento Cava 5 Stelle: ”Ecco come ridurre le tasse sui rifiuti”



Pagare meno tasse per la raccolta dei rifiuti solidi urbani sarà possibile secondo i grillini se  l’amministrazione della Valle Metelliana adotterà 15 step organizzativi.

Il movimento “Cava5stelle.it” ha collaborato ad organizzare a Cava de’ Tirreni la tappa del “Tour Rifiuti Zero”, tenutasi il 4 dicembre 2013. L’evento ha visto tra i relatori Alessio Ciacci, uno dei primi giovani amministratori ad adottare in Italia la strategia “Rifiuti Zero”. Da allora, il movimento di cittadini Cava 5 Stelle, è riuscito a raccogliere in pochi week-end più di 560 firme per la petizione popolare “Cava verso i rifiuti zero” protocollata questa mattina.

In base al principio dell’Unione Europea “Del chi inquina paga” vengono premiati i cittadini virtuosi che contribuiscono alla difesa dell’ambiente organizzandosi, producendo meno rifiuti e differenziando quel che resta. Paolo Paolillo, relatore del movimento durante la tappa cavese “Rifiuti Zero”, afferma: <<Convegno e petizione sono stati un bel regalo di Natale a questa amministrazione che si trova nel vortice delle polemiche per i costi di gestione del servizio e gli orrori di calcolo della Tares.>>

<< Dal 27 aprile 2013, in tempi non sospetti, abbiamo chiesto, più volte, al Sindaco di essere ascoltati, ma, in otto mesi, nessuno si è degnato di risponderci  – dichiarano gli attivisti del Movimento – L’obiettivo che il movimento “Cava5stelle” si pone è la riduzione dell’imposta del 50%, vedi Comune di Capannori, ed essere annoverati tra le Smart City per l’anno 2014. Oggi, il Cava5stelle, ha protocollato nuovamente la richiesta di confrontarsi con l’amministrazione al tavolo tecnico che sembra essere stato già avviato e ci chiediamo come mai non siamo stati convocati nonostante sollecitiamo da tempo un momento di confronto sul decoro urbano e sulla gestione dei rifiuti.>>

 

Leggi anche