Il derby dei Giovanissimi alla Nocerina



16  Dicembre 2012 Comunale di Casola Na    ore 11:00

Giovanissimi Nazionali : Paganese – 0  –  Nocerina  – 3 – gir, H.

Alle ore 11,00  al Comunale di Casola di Napoli, tutto è pronto per il “Derby” Salernitano tra Paganese e Nocerina.  Dopo il riconoscimento le squadre fanno il loro ingresso in campo.

Giovanissimi di Paganese e Nocerina

Per la Paganese guidata dal Mister Giuseppe Fusaro questi gli uomini:

Bergamasco, Zingone, Menna, Vitiello, Acunzo, Nocera,  Esposito, D’Alessio, Santoro, Visciano e Sestile.

La Paganese Panchina

In Panchina: Marciano, Tancredi, Todisco, Celotto, Fortunato, Russo, Giordano, Farinelli, Martinelli e Stoia.

I rossoneri della Nocerina agli ordini di Mister Raffaele del Sorbo:

Sorrentino, Sbarra, Parziale, Ferri, Cuomo La Mura, Di Nardo, Romano, Petruccio, Pacheco e Sacco.

Nocerina la panchina

In  panchina: Settembre, De Rosa, Morrone, Olimpo, Iazzetta, Caruso, Almetti, Mercurio e Uccello.

Arbitro: Marco Acanfora

Direttore di gara : Marco Acanfora della sezione AIA di Castellammare di Stabia.

Ammoniti: perla Paganese Zingone, perla Nocerina Parziale.

Marcatori: Sacco e Di Nardo nel primo tempo; Romano nel secondo tempo.

Nel derby tutto Salernitano tra Paganese e Nocerina, giocato sul sintetico di Casola di Napoli, i rossoneri della Nocerina si impongono per tre a zero sulla Paganese. Ma il risultato rotondo non rispecchia l’andamento complessivo della gara. La Paganese di Mister Fusaro con qualche assenza di peso in attacco, causa infortunio, ha letteralmente sprecato tre grosse occasioni da goal nella prima frazione di gioco prima con D’Alessio che a porta sguarnita ha mandato fuori; poi con Acunzo che ugualmente ha sparato fuori e sullo svantaggio di uno a zero, Sestile solo davanti a Sorrentino si fa ipnotizzare ed il portiere di piede manda in angolo. Alla Nocerina non resta che ringraziare e con le sue ripartenze mette a frutto tutte le occasioni che gli si presentano. Al 18° Sacco, parte sul filo del fuorigioco e da sinistra verso destra insacca alle spalle di Bergamasco.

Esultanza al primo goal

Dopo le occasioni mancate dalla Paganese, bella manovra sulla sinistra con Parziale e Romano, palla a centro dove si inserisce Di Nardo che porta a due le marcature dei piccoli Molossi.

La seconda frazione è avara di occasioni ed è caratterizzata da una girandola di sostituzioni dall’una e dall’altra parte.

Esposito Giuseppe

Tantissimi i calci da fermo per la Paganese, nei quali capitan Esposito non ha mai trovato il varco giusto e quando sul finire ha battuto da ottima posizione ha impresso la gista potenza ma non la mira ed il suo tiro dal limite ha lambito la traversa e si è perso sul fondo. Impeccabile invece la battuta di Romano quando al 25° della ripresa il suo tiro ha superato la barriera e si è insaccato per il tre a zero finale là dove Bergamasco non poteva intervenire.

n. 8 Romano

Nel dopogara le due diverse sensazioni dei tecnici ai microfoni di Zerottonove.

Questo il commento dell’Allenatore Fusaro dei padroni di casa della Paganese:

Giuseppe  Fusaro

“ E’ stata una gara dove il risultato ci penalizza molto. Un pari forse era il risultato più giusto, per il gioco e le occasioni sviluppate. Ma si sa che il calcio è fatto di episodi ed il più delle volte quando non centri occasioni come quelle capitate a noi oggi, vieni poi punito dagli avversari che sono più attenti e più cinici sotto rete. Dopo la prima rete della Nocerina, in posizione molto dubbia, noi abbiamo avuto ghiotte opportunità che abbiamo sprecato in malo modo che se finalizzate sicuramente avrebbero cambiato il corso della gara.”

Questi invece i commenti dell’Allenatore dei Molossi:

Mister Del Sorbo Raffaele

Raffaele Del Sorbo Nocerina: “ Il primo tempo è stato ben condotto dai nostri avversari, però ogni gara è costituita da episodi e noi siamo stati bravi a sfruttare tutte le occasioni che ci sono capitate. Poi nel secondo tempo anche con i cambi effettuati, abbiamo cercato di cambiare assetto per gestire al meglio la partita. Questo ci è riuscito in modo positivo e penso che non abbiamo più corso grossi pericoli come nella prima frazione di gioco. I ragazzi tenevano molto a questo derby e con questa vittoria abbiamo dato continuità alla bella gara fatta con la Reggina. Oggi abbiamo sfruttato al meglio tutte le occasioni avute e mi sembra che questo sia un buon monito per il futuro. La ciliegina sulla torta poi è venuta da Romano che ottimamente ha battuto il calcio da fermo dal limite e quindi sono soddisfatto della prova offerta da tutti i miei ragazzi.”

 

Leggi anche



Articolo precedenteSpada: Domani al Collana l’iscrizione alla gara “Lui & Lei” e si paga con la cioccolata
Prossimo articoloPontecagnano : auguri di Natale all’ Istituto Comprensivo “A. Moscati”
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...