Il “cavalluccio”comincia a muovere i primi passi



http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/34/6-9-09_Salernitana-modena_primo_tempo.jpg

Quando le cose vanno in un certo modo e soprattutto secondo le aspettative di chi le attende con ansia, viene facile affermare, salendo con la solita faccia tosta sul carro del vincitore, “io l’avevo detto”, però tutto procede secondo il canovaccio seguito dalla nostra redazione, ossia che la pseudo stasi della dirigenza granata faceva parte di un progetto ben delineato a tavolino e che prevedeva, come primo punto all’o.d.g, l’acquisizione dei beni immateriali della Salernitana e contestualmente l’allestimento, a fari spenti, della squadra. Una previsione che, stando agli ultimi avvenimenti, si sta avverando puntualmente e che dovrebbe dare una svolta altamente positiva al nuovo corso dell’U.S. Salernitana 1919, un sacrosanto riconoscimento ad una piazza, umiliata e bistrattata negli ultimi anni, che ora torna a risplendere di luce propria e che si accinge ad occupare uno spazio importante nel panorama calcistico nazionale. Inutile nascondersi dietro un dito, oppure cercare di evitare trionfalismi perniciosi, ma questa nuova linfa, questo ritorno ad un glorioso passato e la certezza di un futuro ricco di soddisfazioni, tutto ciò ha un nome, anzi per meglio dire due, ossia Lotito e Mezzaroma, due imprenditori con il pallino del calcio che hanno ridato entusiasmo e voglia di arrivare sempre più in alto ad un ambiente, che per colpa di qualcuno rischiava di scomparire nel più buio e profondo anonimato.

Per fortuna il duo capitolino ha voluto fortemente affrontare questa nuova avventura ed in un solo anno ha ridato a Salerno ed ai tifosi salernitani “quello che era di Cesare”, anzi sta ribadendo con fatti e non a parole, che tutto quello fatto fino ad ora rappresenta solo il primo passo, ora bisogna continuare a lavorare per centrare, in tempi abbastanza brevi, quegli obiettivi che sono insiti in una città come quella salernitana. A conferma di ciò, questa settimana dovrebbe essere quella campale per il completamento dei quadri tecnici, ma soprattutto i primi nomi della nuova rosa dei calciatori per la stagione 2012/2013, ovviamente tutto sarà subordinato al campionato che la squadra andrà a disputare, la speranza è che possa essere quello di Prima Divisione. Scelto l’allenatore ed i suoi collaboratori, ossia Nanu Galderisi che dovrebbe essere affiancato da Daniele Cavalletto quale secondo, dal preparatore atletico Nazzareno Salvatori e dal preparatore dei portieri Gigi Genovese, il cui ritorno evoca momenti indimenticabili della storia recente della “mitica”. La presentazione del nuovo trainer granata e dei suoi collaboratori potrebbe avvenire verso la fine di questa settimana nel corso di una conferenza stampa, durante la quale i patron Lotito e Mezzaroma dovrebbero illustrare a chiare linee quello che è il progetto di quest’anno e soprattutto del prossimo futuro, conoscendo già quelle che saranno state le decisioni finali del Consiglio Federale del 19 luglio, con le relative indicazioni su un’eventuale riforma della Lega Pro e conseguente partecipazione al campionato di Prima Divisione. Di sicuro il supporters granata avranno la prima grande opportunità di vedere all’opera i propri beniamini contro una grande del massimo campionato italiano, quella Lazio che per ovvi motivi appare vicinissima al club salernitano, una serata che sicuramente farà rivivere all’Arechi quei sussulti quasi dimenticati ma che potrebbero essere rivissuti in tempi brevi anzi brevissimi, Salerno non vuole e non può attendere ancora.

Leggi anche