Home Territorio Cava de' Tirreni I giovani di Cava alla scoperta delle bellezze culturali della città

I giovani di Cava alla scoperta delle bellezze culturali della città

Covid-19

Italia
14,249
Totale Casi Attivi
Updated on 14 August 2020 21:39
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Cava de’ Tirreni – Si è svolta questa mattina, presso la Biblioteca Comunale “Canonica Aniello Avallone”, la prima giornata del progetto “Alla scoperta della nostra città”: tre giorni di appuntamenti, 10, 15 e 17 Luglio, che coinvolgeranno ragazzi tra i 6 e i 12 anni e che, seguiti dal Centro Servizi Famiglia e Minori, li renderà protagonisti di un’esperienza unica e formativa.

- Advertisement -

Alla presentazione è intervenuto Vincenzo Lamberti, assessore alle Politiche Sociali, che ha augurato ai giovani presenti di svolgere in queste giornate “belle attività” e ha ribadito che questo progetto è un’iniziativa di valore, che dà la possibilità ai giovani di aggregarsi e stare insieme e soprattutto di imparare, conoscere e conoscersi, cercando di capire le proprie potenzialità.

La consolidata collaborazione tra il personale della Biblioteca ed Archivio Storico, il Piano di Zona S3 e l’Educativa Territoriale del Centro Servizi Famiglia e Minori, ha spianato la strada a un progetto che mira a voler coinvolgere i ragazzi nella scoperta del patrimonio culturale custodito all’interno della struttura comunale e alla conoscenza dei momenti più importanti della storia della città metelliana. Il tutto in forma di gioco con immagini, utilizzando un linguaggio chiaro, capace di far appassionare i più piccoli a tematiche importanti. Ai presenti è stata consegnata una guida, realizzata dall’allora bambino Ivo Avagliano, oggi ingegnere, illustrata –  “Insieme in Biblioteca”-  che spiega in maniera semplice e divertente i servizi offerti dalla biblioteca.

Il giorno 17 luglio, infine, sarà presente Vincenzo Passa, assessore alla Pubblica Istruzione, Biblioteca e Archivio, Mobilità e Trasporti, che chiuderà il ciclo di incontri. A fine percorso i ragazzi concorreranno per la creazione del logo dell’Archivio Storico e per la sola partecipazione riceveranno una targa ricordo. In un periodo storico come il nostro, dove la tecnologia la fa da padrona, è bello poter ancora stimolare i giovani alla lettura di un buon libro, da quelli “veri” piegatisi alla logica degli e-books  ai più evoluti, ma ancora apprezzati dai più nostalgici, per i quali l’inconfondibile odore della carta, rappresenta un limite invalicabile anche per i cervelloni della Silicon Valley.

LiveZon
zerottonove