Goldoni e la sua “Locandiera” in scena al Teatro Nuovo

SALERNO – Buona cornice di pubblico ieri sera al Teatro Nuovo, dove si è alzato il sipario su “La Locandiera” di Goldoni. La commedia, promossa da Teatro Studio Salerno con l’organizzazione di Carmine Giannella, ha offerto alla platea la magistrale interpretazione di Rosanna Di Palma, nei panni della celebre Mirandolina goldoniana, un’attraente locandiera dotata di maliziosa furbizia.

Pasquale De Cristofaro, una delle punte di diamante del comitato artistico del Teatro Nuovo, ha curato la regia e ha vestito i panni del Cavaliere di Ripafratta, un nobiluomo che prova profonda avversione nei confronti delle donne. Sarà poi Mirandolina, con astuti e maliziosi tranelli, a sconfessare la misoginia del Cavaliere e a condurlo nei disprezzati e fuggiti sentieri dell’amore.

Rosanna Di Palma e Pasquale De Cristofaro

Hanno completato il cast Gianni Pisciotta (Conte d’Albafiorita), Ciro Girardi (Marchese di Forlipopoli), Antonello De Rosa (Fabrizio, cameriere di locanda), Paolo Aguzzi (servitore del Cavaliere), Carla Avarista e Margherita Rago (commedianti).

Ciro Girardi e Gianni Pisciotta

Tutti gli attori, da buoni interpreti della commedia goldoniana, hanno curato scrupolosamente i caratteri dei personaggi impersonati, evidenziando la carica sarcastica e felicemente irriverente di un autore italiano divenuto modello da seguire per il teatro dell’intera Europa.

La direzione artistica del Teatro Nuovo aveva inizialmente riservato “La Locandiera” a un pubblico di soli studenti, nell’ambito della rassegna “Teatro Scuola”. Dopo il grande successo suscitato tra i più giovani, si è pensato di rappresentarla per un pubblico serale. E stasera si replica: l’appuntamento con De Cristofaro e la sua compagnia si rinnova oggi alle 18:30, con gli attori che saliranno nuovamente sul palcoscenico teatrale di Via Laspro. Ottima occasione – per chi l’avesse persa – per poter ammirare un’esemplare recitazione dell’opera letta e studiata nei banchi di scuola.