Gabionetta ancora decisivo, a Pescara è 1-1



Nel turno infrasettimanale va in scena Pescara – Salernitana. I granata dopo essere passati in svantaggio pareggiano, in dieci uomini, grazie a Denilson Gabionetta

Primo turno infrasettimanale del campionato con la Salernitana impegnata all’ “Adriatico” di Pescara. Ancora una volta decisivo per le sorti granata Denilson Gabionetta, autore del gol del pareggio direttamente su calcio di punizione; con questa marcatura il brasiliano sale a quota quattro gol e ancora una volta regala punti pesanti, dopo essere stato decisivo contro l’Avellino, il Brescia e oggi contro il Pescara. Dopo la sconfitta rimediata nel precedente turno di campionato Torrente opta alcuni cambi, dovuti ad infortuni, e il modulo, non più 4-3-3 ma 4-3-1-2. In tribuna Lanzaro e Donnarumma, ritrova il campo dal 1’ Trevor Trevisan, che compone la coppia difensiva con Schiavi; a completare il reparto il confermato Terracciano in porta e i terzini Colombo e Rossi. A centrocampo Moro rientra dalla squalifica e affianca Pestrin e Bovo; Sciaudone è impiegato nel ruolo di trequartista alla spalle della coppia d’attacco Gabionetta – Coda. La Salernitana vuole riscattare la sconfitta e al 14’ va al tiro dalla distanza con Gabionetta. Nell’azione successiva è Coda ad aver un buon pallone per portare in vantaggio la Salernitana ma i difensori del Pescara si oppongono con la Salernitana che ottiene il primo calcio d’angolo. Al 19’ la doccia fredda: Pescara in vantaggio con Valoti dopo aver saltato Schiavi e fatto partire un tiro non irresistibile che Terracciano non riesce a bloccare. Al 28’ il Pescara si vede annullare un gol, e anche qui la difesa non sarebbe stata esente da colpe. Sul finire del primo tempo la Salernitana resta in dieci: Schiavi, già ammonito, rifila una gomitata a Lapadula e l’arbitro estrae un altro giallo e l’inevitabile rosso. GABIONETTA 4

Nella ripresa la Salernitana reagisce e, nonostante l’inferiorità numerica, al 15′ Gabionetta pareggia calciando una punizione da posizione defilata. Davvero un gran gol per il brasiliano, sempre più trascinatore della squadra granata. Al 18’ annullato un gol a Caprari che sembrava essere in posizione regolare. Dopo un minuto Pescara ancora in attacco con La Padula che cerca il raddoppio ma Trevisan è decisivo e devìa in calcio d’angolo. Al 32’ Torrente inserisce Eusepi e sfiora il gol ma Fiorello si distende sulla sua sinistra e para. Dopo dieci minuti ci prova Lapadula ma il suo colpo di testa non trova la porta. Al 45’ Terracciano si oppone al tiro di Benali e la Salernitana risponde al 48’ ma Fiorillo dice no a un tiro di Troianiello. Finisce 1-1 tra Pescara e Salernitana, buon punto per i granata.

PESCARA-SALERNITANA 1-1

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Fiamozzi, Fornasier, Zuparic, Zampano; Mandragora (8’ st Torreira), Memushaj, Verre (30’ st Benali); Valoti; Lapadula, Cocco (16’ st Caprari). A disp: Aresti, Bunoza, Mignanelli, Selasi, Bulevardi, Cappelluzzo. All: Oddo.

SALERNITANA (4-3-1-2): Terracciano; Colombo, Schiavi, Trevisan, Rossi; Moro, Pestrin, Bovo; Sciaudone (6’ st Perrulli); Gabionetta (29’ st Eusepi), Coda (16’ st Troianiello). A disp: Strakosha, Pollace, Franco, Empereur, Odjer, Milinkovic. All. Torrente.

Arbitro: Luigi Nasca di Bari

Marcatori: 19’ pt Valoti (P), 15’ st Gabionetta (S).

Ammoniti: Schiavi (S), Moro (S), Mandragora (P), Rossi (S), Memushaj (P), Troianiello (S).

Espulso Schiavi (S) al 45′ pt per doppia ammonizione.

Leggi anche