HomeAttualitàEmergenza cinghiali a Baronissi, Valiante:"situazione insostenibile"

Emergenza cinghiali a Baronissi, Valiante:”situazione insostenibile”

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
914,928
Totale Casi Attivi
Updated on 12 August 2022 23:01
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

“Il Governo intervenga con urgenza per fronteggiare l’emergenza cinghiali”: è questo l’appello del Sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante

Il Primo Cittadino di Baronissi, Gianfranco Valiante, invita il Governo ad intervenire con urgenza per fronteggiare l’emergenza cinghiali richiedendo l’ampliamento del periodo di caccia e la possibilità di effettuare piani di abbattimento.

“Il Governo intervenga con urgenza per fronteggiare l’emergenza cinghiali. Occorre l’ampliamento del periodo di caccia al cinghiale e la possibilità di effettuare piani di abbattimento anche nelle aree in cui oggi non è possibile intervenire. Non c’è più tempo da perdere”. E’ l’allarme lanciato dal sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante:

“Una questione che non riguarda solo la Valle dell’Irno ma tutta la provincia di Salerno – afferma – da più parti della provincia ricevo quotidianamente segnalazioni di ungulati che devastano i campi e percorrono indisturbati strade e piazze, creando disagi alla popolazione. Troppo tempo si è perso: è necessario che si mettano in campo provvedimenti volti a contrastare la presenza di cinghiali sul territorio che ha raggiunto livelli insostenibili come dimostrano i tanti episodi quotidiani di danni alle colture agricole, incidenti stradali, aggressioni alle persone e potenziali rischi per la diffusione della peste suina. La prima condizione necessaria è diminuire il numero di cinghiali sul territorio provinciale”.

“Bisogna rendere più tranquilla la percorrenza delle nostre strade – continua Valiante – salvaguardare l’incolumità pubblica e sostenere gli agricoltori che vedono sempre più danneggiati i loro raccolti. I cinghiali vanno portati fuori dalle città e dai centri turistici, deve essere esteso il periodo di caccia al cinghiale e potenziare i piani di contenimento per frenare una situazione fuori controllo da mesi sull’intero territorio nazionale. Spero che il Governo – già più volte sollecitato dalle Regioni – intervenga immediatamente prima che questo problema diventi ingestibile” .