Ecosistema urbano, Salerno perde posizioni

Stilata come ogni anno la classifica delle città capoluogo per quanto riguarda la qualità ambientale da Legambiente ed Ambiente Italia. I dati ci mostrano Salerno posizionarsi al 58° posto con un punteggio di 47,27. Nella classifica delle città campane a primeggiare è Benevento (posizione numero 45), poi Caserta al 57° posto, Avellino(68° posizione) e per ultima Napoli che nella graduatoria nazionale si trova ad occupare la 98° posizione su 104 provincie. In ambito nazionale invece al vertice troviamo Verbania, Belluno e Trento.

I dati ci mostrano una città che primeggia nella raccolta rifiuti mentre ottiene risultati poco soddisfacenti in altri settori come ‘’acqua’’ in cui Salerno ottiene la posizione numero 36 per capacità di depurazione ,la 69° per i dati riguardanti le perdite idriche (il 37%“dell’acqua viene persa dagli acquedotti) e l’ 89° per consumi domestici, per quanto riguarda il capitolo ’’energia’’ il capoluogo ha politiche energetiche degne del 63° posto, ma con consumi che attestano la nostra città nelle posizione numero 12. ‘’Pubblica amministrazione e aziende’’ i dati riguardanti la capacità di risposta della pubblica amministrazione è dell’82%, per l’Eco management e per la pianificazione ambientale posizioni poco soddisfacenti (72° e 74°posto). Per quanto riguarda i trasporti e la mobilità sostenibile la posizione occupata è la numero 44 mentre per il numero di auto circolanti Salerno si piazza al 15° posto, per il numero di motocicli la posizione è l’ 86° con 15 motocicli circolanti su 100, non sono disponibili invece i dati riguardo la qualità dell’aria sia quelli sulla concentrazione di biossido di Azoto né sulla concentrazione di polveri sottili nell’ aria.                                                                                                                                              Non risultano essere dati pessimi secondo Legambiente Campania, a pesare sulla classifica è la lieve diminuzione della raccolta differenziata e la situazione drammatica del trasporto pubblico in città.