Eboli, al via la Fiera del Libro: appuntamento con la cultura



A Eboli autori e scrittori incontrano il pubblico per raccontare la società. Ospite della prima serata don Luigi Merola

eboli“La conoscenza è cibo”, scriveva il filosofo Vasugupta. Cibo per scoprire la realtà che ci circonda, per distinguere la verità dalla menzogna, per avere una coscienza critica. Conoscere è un gesto di impegno civile. Lo sa bene don Luigi Merola: questa sera, alle 19, il sacerdote presenterà il suo ultimo lavoro ‘Storie di ragazzi tra legalità e camorra’ alla Fiera del Libro. Al primo appuntamento dell’iniziativa, dedicato alla legalità e alla poesia, parteciperanno anche alcuni  ragazzi dell’Istituto a Custodia Attenuata (ICATT) di Eboli.

Giunta alla quarta edizione e patrocinata dal Comune di Eboli, la Fiera del Libro è in programma fino a domenica 7 settembre con vari eventi culturali che si terranno in Piazza della Repubblica. La manifestazione, che nasce per opera di Giuseppe Scarpa, è stata realizzata insieme all’associazione ‘Giovani Santa Cecilia’.

È un importante appuntamentocommenta l’assessore alla Cultura di Eboli Liberato Martucciello – che vuole promuovere la cultura e far riscoprire il piacere della lettura. I libri sono strumenti insostituibili per la circolazione delle idee e per la crescita sociale della collettività“.

Due gli appuntamenti di sabato 6 settembre: alle 17.30 verrà illustrata la mostra ‘Brigantaggio e Monili del Settecento’, esposizione a cura della scuola ‘Virgilio’ di Santa Cecilia; alle 19 avrà inizio la serata dal titolo ‘Il valore delle differenze’, durante la quale il giornalista e scrittore fiorentino Domenico Guarino parlerà de ‘Gli occhi dentro’, il libro reportage in cui racconta il mondo dei non vedenti. A seguire si terrà la presentazione del saggio ‘Vivere, vita’, a cui parteciperà l’autrice Carmen Pingaro.

Al centro dell’evento conclusivo di domenica 7 settembre, che inizierà alle 19, ci saranno la presentazione del romanzo ‘Il regalo più bello’, con l’autrice Mariella Santomauro, e una rappresentazione del libro ‘Una piccola e semplice storia d’amore’ realizzata dalla professoressa Maria Pia Busiello.

Leggi anche