HomeCronacaDiciottenne incendia la scuola perché non ammesso all'Esame di Maturità. E intanto,...

Diciottenne incendia la scuola perché non ammesso all’Esame di Maturità. E intanto, la Provincia si costituisce parte civile

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
929,006
Totale Casi Attivi
Updated on 2 July 2022 9:42
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Ieri, un ragazzo diciottenne ha sigillato il portone della sua scuola con del poliuretano e, attraverso una finestra, ha lanciato un tappeto imbevuto di liquido infiammabile. Non è un film d’azione: l’Istituto Ipsia (in Via delle Terme, a Oliveto Citra) è stato realmente incendiato da un giovane non ammesso agli Esami di Maturità.

Il Dirigente ha trasferito immediatamente gli studenti ed il personale all’interno della succursale di Via Ausiana, ma, in ogni caso, la prima prova scritta è iniziata con 30 minuti di ritardo.

“La Provincia di Salerno si costituirà parte civile contro il ragazzo che ha appiccato il fuoco alla scuola”. Lo dichiara il Presidente della Provincia Antonio Iannone, commentando l’episodio verificatosi presso l’Istituto Professionale per l’Industria.

“Quanto accaduto all’IPSIA di Oliveto Citra – afferma – non è tollerabile né giustificabile in alcun modo. Desidero esprimere piena solidarietà al Dirigente Scolastico, al corpo docente, al personale non docente e agli alunni che continuano a fare il proprio dovere”.