La denuncia Cisal: “operai senza casco lungo la Tangenziale di Salerno”

rimani Aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Coronavirus

Italia
35,877
Totale Casi Attivi
Updated on 6 June 2020 22:29
- Advertisement -

La denuncia arriva dalla Cisal: “Lavoratori impegnati negli interventi a diversi metri d’altezza nell’indifferenza generale. Serve intervenire subito”

I lavori al viadotto di Fratte, lungo la Tangenziale di Salerno, ci stanno offrendo la fotografia peggiore dell’Italia che non pensa assolutamente alla sicurezza. Ma le istituzioni non vedono gli operai a lavoro senza casco di protezione? Dove sono i funzionari dell’Ispettorato del lavoro e le forze dell’ordine? Tutto questo è inaccettabile“.

È forte la denuncia di Luigi Vicinanza, sindacalista della Cisal provinciale, che solleva il mancato rispetto delle norme in materia di sicurezza da parte dei lavoratori che stanno operando per la manutenzione dello svincolo autostradale di Fratte. “C’è gente che lavora a diversi metri d’altezza, ma a nessuno pare interessare questo. Non ho potuto fare delle foto perché la situazione in zona è molto complicata e ho rischiato di farmi notare. Ma chiunque è passato in zona in questi giorni non può non aver notato che alcuni operai stanno lavorando su un ponteggio a diversi metri d’altezza“.

Per Vicinanza si tratta di una situazione inaccettabile e punta il dito su chi dovrebbe avere il dovere di controllare. “Gli operai non hanno nemmeno un’imbracatura di sicurezza. Se un’auto urta il ponteggio ci scappa veramente il morto” – ha continuato.

La vera vergogna è che tutto questo va avanti nel silenzio generale. Va bene garantire la manutenzione stradale, ma a patto che nessuno si faccia male sul serio. Voglio ricordare a chi dovrebbe controllare che il Testo Unico di Sicurezza nei Cantieri Stradali dell’Inail recita la seguente frase: “Il casco deve essere usato sempre nei lavori su strada e in presenza di traffico veicolare. Rende il lavoratore maggiormente visibile”. La politica dei due pesi e due misure non va affatto bene. Ci sono aziende che hanno chiuso per molto meno, mentre accettiamo che un gruppo di operai lavori a diversi metri di altezza alla luce del sole. Mi auguro che la magistratura possa fare chiarezza sul caso”.

- Advertisement -

Latest Posts

Coronavirus in Campania, i dati del bollettino del 6 giugno

L'Unità di Crisi ha diramato il bollettino serale per l'andamento quotidiano del Coronavirus in Regione Campania: quattro tamponi positivi L'Unità di Crisi della Regione Campania...

Cava de’ Tirreni, 8 cittadini ancora positivi al Covid-19

Il Sindaco di Cava de' Tirreni Vincenzo Servalli ha aggiornato sulla situazione Coronavirus in città, 8 i cittadini ancora positivi Aggiornamento sulla situazione Coronavirus da...

“Battipaglia dice Basta” a Napoli per la difesa dell’ambiente

Nella manifestazione a tutela dell'ambiente di oggi a Napoli era presente anche "Battipaglia dice Basta", per la tutela del territorio Oggi 6 Giugno 2020 grande...

Covid-19: un team di giovani campani realizza un termoscanner innovativo

Un team di giovani campani realizza un innovativo termoscanner capace di rilevare la temperatura corporea fino a 30 persone senza tempi di attesa Un team...

Live Zerottonove